Torna a Bologna la cernita di Videoart Yearbook, con Arte Boccanera e VisualContainer. Qualche nome? Silvia Camporesi, Marcella Vanzo e Nicola Genovese. E un omaggio a Diego Zuelli

Videoart Yearbook, anno 2012, edizione numero 7: ormai è un’Istituzione l’annuario di videoarte italiana, promosso dal Dipartimento delle Arti Visive e dalla Scuola di Specializzazione in Beni Storici Artistici dell’Università di Bologna. Lo storico team, composto da Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi e Fabiola Naldi, viene affiancato ogni anno da […]

Diego Zuelli, Meccaniche terrestri - 2012, HD video

Videoart Yearbook, anno 2012, edizione numero 7: ormai è un’Istituzione l’annuario di videoarte italiana, promosso dal Dipartimento delle Arti Visive e dalla Scuola di Specializzazione in Beni Storici Artistici dell’Università di Bologna. Lo storico team, composto da Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi e Fabiola Naldi, viene affiancato ogni anno da partner-testimonial di prestigio, chiamati a rappresentare l’evento, ma anche a fornire brevi campionature dei loro video-archivi. C’erano già stati, a ricoprire questo ruolo, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e a Mario Gorni di Care of. Quest’anno, invece, la scelta è caduta su Giorgia Lucchi, direttrice della galleria Arte Boccanera di Trento, a cui si deve l’ideazione del progetto “On Videos for hours and hours”, dedicato alle ultime tendenze della videoarte nazionale ed internazionale.
A offrire una porzione della sua raccolta di video è invece la video-piattaforma “VisualContainer”, impegnata in un lavoro di promozione e distribuzione di opere di video arte italiana, anche oltre confine: il materiale si vede a Bologna, alle 18 dell’11 luglio, durante uno screening nel Chiostro di Santa Cristina. Dopo l’omaggio monografico a Diego Zuelli, ancora proiezioni, stavolta spostandosi in Aula Magna, dove tra le 21 e le 23 saranno passate in rassegna le trenta opere selezionate dal comitato di Videoart Yearbook.
Boccanera, in quanto co-producer, avrà modo di ospitare l’evento più in là: chi non ci sarà per l’appuntamento bolognese, avrà una buona occasione per recuperare e godersi l’intero palinsesto. Tra gli artisti scelti quest’anno: Botto & Bruno, Enrico Bressan, Federica Bruni, Silvia Camporesi, Audrey Coïaniz, Stefano D’odorico, Samuel Fortunato, Nicola Genovese, Antonio Guiotto, Luca Matti, Laurina Paperina, Gabriele Picco, Marcella Vanzo.

– Helga Marsala

www.videoartyearbook.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.