Art Digest: Eli & Jeffrey, sempre più soli al MOCA. Il miglior cinema di tutti i tempi? Per me è una miniatura. Se tira vento, tutti a casa di Brad

MOCA Los Angeles sempre più “deserto”, anche John Baldessari si dimette dal board. È il quinto trustee a lasciare, dopo la cacciata dello chief curator Paul Schimmel per contrasti con Eli Broad e Jeffrey Deitch… (latimes.com) Scene da capolavori del cinema, da Shining a Scarface, ad Alien, rifatte in pittura con lo stile delle miniature […]

Paul Signac - Au temps d’harmonie

MOCA Los Angeles sempre più “deserto”, anche John Baldessari si dimette dal board. È il quinto trustee a lasciare, dopo la cacciata dello chief curator Paul Schimmel per contrasti con Eli Broad e Jeffrey Deitch… (latimes.com)

Scene da capolavori del cinema, da Shining a Scarface, ad Alien, rifatte in pittura con lo stile delle miniature ottomane del Cinquecento. È l’eclettica tesi di laurea dello studente turco Murat Palta… (slate.com)

Non tutte le star di Hollywood pensano solo a far soldi e ad apparire su giornali e tv. All’indomani dei disastri dell’uragano Katrina a New Orleans Brad Pitt aveva promesso il suo aiuto: ed ora sono pronte le abitazioni della sua Make It Right Foundation, progettate da tal Frank Gehry… (archinect.com)

Eh no, su Signac non si può. E così i discendenti del grande divisionista staccano l’opera Au temps d’harmonie dalle pareti del comune di Montreuil, e la portano al Musée d’Orsay. La colpa del sindaco? Una festa durante la quale l’opera è stata usata come bersaglio per proiettili di carta… (lejournaldesarts.fr)

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.