Lo Strillone: prevendite boom per Picasso a Palazzo Reale su Europa. E poi Art Night a Venezia, design nella quotidianità a Reggio Emilia, Celant tiepido su Kassel…

A Fiavé, pieno Trentino, apre il Museo delle Palafitte: doppia pagina su Corriere della Sera, che ricorda la scomparsa di LeRoy Neiman, storico ritrattista di Cassius Clay. Gongola Il Sole 24Ore, con il suo Manifesto per la cultura che finisce nelle tracce dei test all’esame di maturità; La Stampa annuncia per domani l’Art Night di […]

Quotidiani
Quotidiani

A Fiavé, pieno Trentino, apre il Museo delle Palafitte: doppia pagina su Corriere della Sera, che ricorda la scomparsa di LeRoy Neiman, storico ritrattista di Cassius Clay. Gongola Il Sole 24Ore, con il suo Manifesto per la cultura che finisce nelle tracce dei test all’esame di maturità; La Stampa annuncia per domani l’Art Night di Venezia in memoria della Szymborska, indimenticata poetessa.

Renato Barilli a Genova per raccontare su L’Unità la retrospettiva su Yves Klein; da Arezzo a Cortona e dintorni: paginone su La Repubblica per gli eventi che celebrano il Rinascimento conservato nei musei dell’aretino. A Reggio Emilia Gli oggetti ci parlano: su Quotidiano Nazionale la mostra dedicata al design nella quotidianità, dalle radio ai frullatori.

Strumenti musicali d’epoca in mostra agli Uffizi per le brevi di Avvenire. Non arriverà che a settembre, ma è già boom per Picasso a Palazzo Reale: Europa segnala la prevendita di 65mila biglietti già staccati dal botteghino meneghino.

Re-generation al Macro e su Il Venerdì; la body art di David Salle ma anche i progetti futuri di Carla Accardi su Sette, che in anteprima visita il Palazzo Reale di Venezia prossimo alla riapertura. Celant storce il naso: recensione tiepida su L’Espresso per Kassel; reportage di Panorama per i meccanismi che regolano le residenze alla Bevilacqua La Masa, recensione per Melotti al Mart.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.