Viva la Vida! A Torino la Sandretto mette su un palcoscenico la vita di Frida Kahlo. E le allieve IED Barcellona le dedicano sette corsetti d’artista

La vita di Frida Kahlo è stata surreale, appassionata e dolorosa. A ricordarla ci pensa la tre giorni che la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo dedica all’artista messicana con lo spettacolo Viva la Vida! della compagnia torinese Assemblea Teatro, scritto da Pino Cacucci – storico biografo dell’artista – e interpretato da Annapaola Bardeloni e Luisella Tamietto per la […]

I corsetti d’artista in omaggio a Frida Kahlo

La vita di Frida Kahlo è stata surreale, appassionata e dolorosa. A ricordarla ci pensa la tre giorni che la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo dedica all’artista messicana con lo spettacolo Viva la Vida! della compagnia torinese Assemblea Teatro, scritto da Pino Cacucci – storico biografo dell’artista – e interpretato da Annapaola Bardeloni e Luisella Tamietto per la regia di Renzo Sicco e Giovanni Boni e le immagini video di Marco Pejrolo.
Nelle tre serate – si chiude domani 21 gennaio -, il pubblico potrà scoprire anche i sette corsetti realizzati in omaggio a Frida Kahlo da altrettante giovanissime artiste dello IED di Barcellona, dove un master a lei dedicato ha preso in esame l’oggetto feticcio della grande pittrice messicana. Da tempo la compagnia teatrale torinese presenta i suoi spettacoli presso lo IED di Barcellona (Spagna). Dopo anni di collaborazione nascono quindi questo spettacolo ed il progetto artistico, che giunge a Torino e si ferma fino al 24 febbraio presso lo spazio Chave Arredamenti (via Pietro Micca 15).

– Nicola Davide Angerame

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Nicola Davide Angerame
Nicola Davide Angerame è filosofo, giornalista, curatore d'arte, critico della contemporaneità e organizzatore culturale. Dopo la Laurea in Filosofia Teoretica all'Università di Torino, sotto la guida di Gianni Vattimo con una tesi sul pensiero di Jean-Luc Nancy, inizia la collaborazione con quotidiani e riviste scrivendo d'arte ma anche di cinema, architettura e cultura contemporanea. In vent'anni di attività ha fondato e diretto, su modello delle Kunsthalle tedesche, la Galleria Civica di Alassio e la Galleria Civica di Andora. Ha fondato e diretto l'associazione culturale "whitelabs. Culture in progress" con sede e spazio espositivo a Milano. Fino ad oggi ha progettato e curato decine di eventi culturali e più di cento mostre personali e collettive di artisti e fotografi, italiani e stranieri, collaborando con istituzioni private e pubbliche in Italia e all'estero. Ha tenuto conferenze sui temi dell'arte e della filosofia in istituzioni italiane e straniere ed ha curato progetti culturali e mostre a New York, Seoul, Bangkok, Parigi, Berlino e Londra. Dopo aver vissuto e lavorato tra Milano e New York, attualmente vive e lavora a Torino, dove insegna Storia dell'Arte Contemporanea presso il Collegio Universitario Luigi Einaudi e dove tiene seminari presso l'Università degli Studi di Torino (cattedra di Estetica). Suoi articoli sono apparsi su Robinson (La Repubblica), L'Unità, Il Manifesto, Art Presse (Paris), Il Mucchio Selvaggio, Exibart, Arte e Critica, Artribune, Segno, FC Fotografia e [è] Cultura.