Torino Updates: così hanno ridotto Palazzo Bricherasio, qui nella capitale della cultura del nordovest. Un tempo sede di grandi mostre blockbuster, oggi ci stanno i franchising di telefoni e maglioncini

Che tristezza profonda, per chi a Palazzo Bricherasio ha visto mostre, seguito dibattiti, comprato libri. Che rimpianto per chi, nella nuova serra esterna (realizzata e mai inaugurata poiché dopo il completamento il palazzo ha chiuso…), ha sognato di pranzare o di sorseggiare un caffè. Che peccato, per chi seguiva con passione la serie “outside” dedicata […]

Palazzo Bricherasio oggi

Che tristezza profonda, per chi a Palazzo Bricherasio ha visto mostre, seguito dibattiti, comprato libri. Che rimpianto per chi, nella nuova serra esterna (realizzata e mai inaugurata poiché dopo il completamento il palazzo ha chiuso…), ha sognato di pranzare o di sorseggiare un caffè. Che peccato, per chi seguiva con passione la serie “outside” dedicata all’arte contemporanea. Che smacco per tutta la città che -come emerge anche dalla nostra inchiesta nel “talk show” di questo numero-  si ritrova senza uno spazio espositivo che a suo modo funzionava per le grandi mostre, collocato nel cuore del centro elegante di Via Lagrange, vicino alla stazione e con tutte le caratteristiche adatte per continuare a fare il suo mestiere di spazio per mostre popolari e di grande richiamo.

Non si è riuscito a tutelare questo spazio culturale e l’esito è stato tutt’altro che di alta qualità anche dal punto di vista commerciale. Insomma, una storia da dimenticare.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.