Arte, new media e comunicazione sociale. Una tavola rotonda domani a Roma per parlare del rapporto tra creatività digitale e territorio

“L’arte digitale, la comunicazione, la diffusione culturale possono rafforzare la capacità di un territorio di calamitare persone e attività produttive sostenibili?” Questa la domanda a cui cercheranno di rispondere domani a Roma i relatori della tavola rotonda Digital Life 2. Arte New Media e Comunicazione sociale, una delle iniziative collaterali alla mostra Digital Life 2, […]

L’arte digitale, la comunicazione, la diffusione culturale possono rafforzare la capacità di un territorio di calamitare persone e attività produttive sostenibili?” Questa la domanda a cui cercheranno di rispondere domani a Roma i relatori della tavola rotonda Digital Life 2. Arte New Media e Comunicazione sociale, una delle iniziative collaterali alla mostra Digital Life 2, in corso negli spazi dell’Ex-Gil, nel quartiere romano di Trastevere. La discussione, moderata dalla curatrice Laura Barreca e dal presidente di Place Making, Matteo Caroli, vedrà l’intervento di due artisti che utilizzano le nuove tecnologie nella loro ricerca, Carlo Zanni e Andrea Masu (membro del gruppo Alterazioni Video) e del critico e curatore Domenico Quaranta, autorità indiscussa nel campo della new media art (e dallo scorso numero, anche contributor di Artribune Magazine). A fare da controparte, come rappresentanti istituzionali, Laura Tassinari, Direttore Generale di Filas e Antonio Abbate, Presidente della Fondazione Mastrojanni.
Tra i promotori dell’iniziativa, oltre ai già citati Filas e Placemaking e naturalmente alla Fondazione Romaeuropa che ha prodotto Digital Life e che ospita l’incontro nei suoi spazi dell’Opificio Telecom, c’è anche la Fondazione MAXXI.

– Valentina Tanni

Digital Life 2. Arte, New Media e Comunicazione sociale
mercoledì 16 novembre 2011, ore 16.30 – ingresso libero
OPIFICIO TELECOM ITALIA
Via dei Magazzini Generali 20/A, Roma
www.fondazionemaxxi.it
www.romaeuropa.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma e Milano. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020).