Smile. E l’artista Michael Landy prova a riportare civiltà fra i londinesi. A colpi di stickers, nelle stazioni del Metrò…

“Ci si ricorda sempre quando le persone sono negative con noi. E sembra che invece si ignori quando qualcuno ci sorride. È questo che vorrei sottolineare con il mio progetto”. Londra è sotto scacco per mano di contestatori che a volte nascondono violenti devastatori e razziatori, comunque non inclini alla gentilezza e bontà d’animo? E […]

Ci si ricorda sempre quando le persone sono negative con noi. E sembra che invece si ignori quando qualcuno ci sorride. È questo che vorrei sottolineare con il mio progetto”. Londra è sotto scacco per mano di contestatori che a volte nascondono violenti devastatori e razziatori, comunque non inclini alla gentilezza e bontà d’animo? E c’è chi risponde con una campagna all’insegna delle buone maniere, della cortesia e dell’educazione.
È l’artista Michael Landy, che vuole puntare il dito sui tanti gesti spontanei di fair play che hanno fatto notizia all’indomani dei disordini, aiutando riunire quartieri e a ricostruire rapporti civili. E lo fa in un luogo simbolo della socialità come la Metropolitana, teatro del progetto Acts of Kindness, realizzato con una serie di stickers affissi nelle stazioni centrali del famoso Tube…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.