Milano sonnecchia o galoppa? Dite la vostra. Intanto al Museo del 900…

La domanda è sempre quella: Milano sta veramente segnando il passo, sul fronte del contemporaneo e dell’adeguamento strutturale, specie con la scadenza del 2015 sempre più corta? Oppure – con pragmatismo tutto lombardo, poche chiacchiere e molto lavoro, che farebbe felicissimi Bossi & C. – zitta zitta inanella progetti finiti, senza stare continuamente a sbandierarli, […]

Il Museo del 900 e la spirale di Italo Rota

La domanda è sempre quella: Milano sta veramente segnando il passo, sul fronte del contemporaneo e dell’adeguamento strutturale, specie con la scadenza del 2015 sempre più corta? Oppure – con pragmatismo tutto lombardo, poche chiacchiere e molto lavoro, che farebbe felicissimi Bossi & C. – zitta zitta inanella progetti finiti, senza stare continuamente a sbandierarli, magari alla tv?

Il passaggio tra la metropolitana e il museo

La questione è aperta, ci sono segnali che potrebbero avvalorare tanto un’opzione, quanto l’altra: intanto registriamo – per il fronte “ottimista” – la prossima inaugurazione, nella manica lunga al piano terra del Museo del Novecento, di una serie di performances/interventi curati da Alessandra Galasso e intitolati Primo piano d’artista. Un’artista – a cominciare da Andrea Mastrovito – sarà invitato a realizzare in situ un progetto che prenderà forma giorno dopo giorno, grazie anche alla partecipazione attiva del pubblico.
Ed è cosa fatta l’apertura del passaggio sotterraneo tra la fermata Duomo della metropolitana e lo stesso Museo del Novecento: cose che ci fanno illudere di essere in Europa…

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.