Non deve essere stato semplice, per le due autrici di questo cortometraggio, comprimere in pochi minuti una galassia di ricordi e viaggi nella memoria. Per compiere l’impresa Paloma Canonica e Cristina Vilches hanno speso due anni, lavorando negli spazi di un vecchio mercato abbandonato di Saragozza, in Spagna.

OGGETTI CHE COMPONGONO UN PUZZLE DI RICORDI

È qui che la coppia di registe ha dato vita al lavoro, lasciandosi ispirare dal gran numero di oggetti e cimeli abbandonati, trovati sul  posto e ancora fermi al passato. Guidati dai sentimenti nostalgici del luogo, le due artiste hanno messo in piedi una storia che parla di affetti familiari, del tempo che passa, e di quanto spesso le “cose” che ci circondano contribuiscono a preservarlo, come fossero spettatrici attive della nostra vita.

IL CORTO ANIMATO “SOUVENIR”

Protagonisti di Souvenir – questo il titolo del cortometraggio, prodotto da The New Yorker – sono una bambina e il suo papà. Insieme, i due si lasciano andare a una serie di avventure in mondi diversi: si tratta di posti che hanno ospitato le loro vite nel passato, o di luoghi magici creati dalla loro fantasia. Che si trovino a bordo di una mongolfiera, o su di una barchetta mossa dalle onde gentili del mare, i due personaggi sono caratterizzati da due oggetti che ne riassumono la personalità: un paio di occhiali blu per la piccola, e una pipa per il papà. Gli stessi oggetti che, alla fine di questo viaggio, tornano nelle scene conclusive della pellicola. Un’animazione in stop-motion da guardare a luce spenta, e a cuore aperto.

– Alex Urso

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.