La sua immagine, le sue opere, il suo stile imperversano ormai ovunque: Frida Kahlo è diventata un’icona e in molti ne ammirano la figura senza conoscerla davvero, senza apprezzare fino in fondo la portata rivoluzionaria di una donna che ha sfidato regole e convenzioni, che è sempre stata libera e amante della vita in tutte le sue sfaccettature. Un nuovo film vuole ora riportare l’attenzione sulla vera Frida e scavare oltre il volto stampato su t-shirt e gadget in tutto il mondo.

LA REGISTA ALI RAY PARLA DEL FILM FRIDA KAHLO

“Dirigere questo film ha cambiato totalmente la mia visione di Frida Kahlo come artista. Prima non le avevo prestato molta attenzione, sentendomi un po’ scoraggiata dall’onnipresenza della sua immagine come icona sulle copertine di cuscini e magliette”, afferma la regista Ali Ray. “Ora, avendo studiato le sue opere più da vicino e comprendendo il loro contesto di tempo e luogo, ne sono completamente affascinata. Avere accesso alle sue lettere personali è stata una parte fondamentale della realizzazione del film e nella mia comprensione del suo lavoro. Mi ha permesso di vedere come la fragilità e le insicurezze rivelate nelle sue lettere siano state elaborate attraverso l’atto della pittura. Le sue tele meticolosamente dipinte erano il suo modo di interpretare il mondo, la sua politica, le sue passioni ed emozioni, trasformandole in immagini di forza, sfida e comprensione”.

UN’INDAGINE SULLA VERA ESSENZA DI FRIDA OLTRE L’ICONA

Frida Kahlo è un docufilm catartico, girato per lo più nella dimora messicana della pittrice, la Casa Azul (Casa Blu), a Città del Messico, che ha il merito di aver scavato più a fondo di quanto qualsiasi film abbia mai fatto finora nella vita e opera della grande artista. Grazie al supporto di esperti di fama mondiale, le telecamere hanno indagato nell’intimo di questa figura osannata ora ben più che in vita.

Come ha affermato il produttore Phil Grabsky: “La Kahlo è un’artista di cui tutti abbiamo sentito parlare, ma che non conosciamo abbastanza bene; opere d’arte a cui possiamo aver dato un’occhiata, ma che non abbiamo mai tenuto in considerazione; una biografia che forse non abbiamo avuto il tempo di capire, ma che ora possiamo provare a comprendere e apprezzare”.

Il film Frida Kahlo sarà visibile nei cinema italiani solo il 22, 23 e 24 novembre 2021, distribuito da Adler Entertainment.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Pisa
Vive a Roma dove si è laureata in Scienze politiche e Relazioni internazionali. Da sempre si occupa di cultura e comunicazione digitale. Dal 2015 è pubblicista e per Artribune segue le attività social.