Amanti della cultura manga unitevi, e restate in allerta! Con un video promozionale recentemente pubblicato sul proprio canale YouTube, la Yamato Video ha annunciato l’uscita in Italia della serie animata ispirata ad Arte, il premiatissimo manga seinen di Kei Ōkubo.
Pubblicato in Giappone a partire dal 2013, e diffuso nel nostro Paese da Panini Comics, il fumetto – serializzato in quattordici episodi – racconta le avventure dell’omonima protagonista: un’immaginaria ragazza fiorentina che, in pieno Rinascimento, decide di seguire la vocazione artistica e diventare pittrice.
Combattendo contro le ingiustizie del tempo, in un’epoca nella quale le professioni da bottega erano riservate per lo più agli uomini, e accompagnata dai consigli del mentore Leo, la ragazza si farà strada nella scena artistica del Cinquecento, non senza colpi di scena e imprevisti amorosi…

DAL MANGA ALLA SERIE ANIMATA

Diretta da Takayuki Hamana e prodotta dallo studio d’animazione Seven Arcs, seguendo la sceneggiatura di Reiko Yoshida, la serializzazione del manga potrà contare in Italia sulla voce di Emanuela Ionica (che interpreterà la protagonista), mentre il misterioso Leo sarà doppiato da Lorenzo Scattorin. Al momento non sono stati rivelati né la data di uscita né ulteriori dettagli sull’anime. Non resta che accontentarci del video promozionale, nell’attesa del debutto ufficiale della serie.

Dati correlati
Generieditoria, video
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.