La ragazza, quando si sente chiamare “talebana” durante un viaggio in metro, reagisce con ironia: si specchia nel finestrino e non vede ciò che vedono gli altri, ma anzi, quello che nota è quanto le stia bene il suo nuovo hijab rosa. Testimonial della campagna e creatrice delle illustrazioni del video è Takoua Ben Mohamed, graphic journalist e illustratrice, che con il fumetto e l’ironia parla da anni di integrazione e dialogo tra culture, combattendo i pregiudizi legati alla sua decisione di portare il velo. “Troppo spesso la donna musulmana viene descritta come debole e costretta a portare il velo dalla società o da una famiglia patriarcale: uno stereotipo che ha contribuito a diffondere molti pregiudizi e discriminazione nei confronti delle donne musulmane in Europa. Questa immagine non mi ha mai rappresentato perché io sono libera di essere me stessa e ho scelto di indossare l’hijab e, come me, sono moltissime le ragazze che lo portano per scelta”, racconta, “essere testimonial della campagna de L’Albero della Vita significa dare il mio contributo contro l’islamofobia femminile utilizzando un linguaggio nuovo: con i miei fumetti voglio ricordare a ogni ragazza musulmana quanto sia bella e quanto si possa abbattere il pregiudizio con l’ironia e un sorriso”.

– Margherita Bordino

https://meet-project.alberodellavita.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.