Jenny Holzer (1950) si confronta con la realtà aumentata in un progetto nato in collaborazione con il Museo Guggenheim Bilbao, che lo presenta in questi giorni al pubblico, annunciando la sua acquisizione nella collezione permanente. Like Beauty in Flames, questo il titolo, trasferisce nel mondo delle realtà estese i caratteristici “truismi” dell’artista statunitense, le brevi e incisive frasi che sono da sempre una caratteristica distintiva delle sue installazioni. L’opera, accessibile attraverso un’applicazione per cellulari creata per l’occasione, presenta tre esperienze distinte in realtà aumentata: due opere con una posizione specifica, che dialogano con l’architettura del museo, e una terza che può essere invece attivata da qualsiasi parte del mondo.
Una versione in RA delle insegne luminose di Jenny Holzer sarà visibile nell’atrio centrale del Guggenheim, con truismi in inglese, spagnolo, basco e francese, mentre all’esterno le proiezioni virtuali appaiono sulla facciata in cinque punti situati tutto intorno, rievocando la monumentale opera Jenny Holzer For Bilbao (2019), ideata in occasione della retrospettiva Thing Indescribable.

www.guggenheim-bilbao.eus

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.