Ancora una volta il mondo della moda cerca alleati in altri settori creativi, come l’arte contemporanea e la musica. Dopo le recenti collaborazioni tra Dior e Peter Doig, e di Balenciaga con Jon Rafman, è la volta di Valentino. La Maison italiana ha appena rilasciato un’opera d’arte audiovisiva firmata da Robert Del Naja (3D – Massive Attack) e nata da un dialogo tra il musicista britannico e Valentino Pierpaolo Piccioli, direttore creativo della casa di moda. Per realizzare Code Temporal – questo il titolo del film – Del Naja ha lavorato insieme all’artista neurale Mario Klingemann per “insegnare” a un’intelligenza artificiale il processo di lavoro dell’Haute Couture. Per tre mesi l’IA è stata alimentata con video di making of realizzati negli Atelier Valentino di Roma. “Attraverso il filtro sintetico dell’intelligenza artificiale, emerge l’aspetto emotivo della Couture, la celebrazione e valorizzazione della qualità umana: un codice che si rigenera all’infinito rimanendo senza tempo”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.