Il progetto di quest’anno si è articolato in residenze artistiche e laboratori nelle aree urbane tra i quartieri Trullo e Corviale – nella periferia sud-ovest – e un coloratissimo festival finale. Gli artisti invitati (Sara Basta, John Cascone e Mykolas Juodele) sono stati selezionati da Benedetta Carpi De Resmini, ideatrice e direttrice artistica di Magic Carpets per Latitudo Art Projects, e da Giulia Pardini, che ha curato i laboratori finalizzati al coinvolgimento degli abitanti dei due quartieri. Ispirazione e impulso di questa terza edizione sono stati due importanti romanzi che, in maniera diversissima, hanno messo al centro i ragazzi, le periferie abbandonate e ancora innocenti, il concetto di trasformazione: Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini e La torta in cielo di Gianni Rodari, quest’ultimo ambientato proprio al Trullo.
Gli abitanti del Trullo e del Corviale – bambini, adolescenti e anziani in particolare – hanno lavorato a stretto contatto con gli artisti, pur nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria. Obiettivo: lasciare emergere la creatività individuale e collettiva attraverso l’invenzione di nuove immagini e nuove storie che possano essere specchio del reale vissuto dei loro quartieri e lasciar immaginare nuove forme di convivenza.

Il video di Sara Basta
Il video di John Cascone
Il video di Mykolas Juodele

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.