È un appuntamento da non perdere, il prossimo febbraio, quello con il docu-film dedicato al genio di Tintoretto (1519-1594). In occasione del cinquecentesimo anniversario della sua morte, Sky Arte presenta una nuova produzione, ideata da Melania G. Mazzucco e narrata da Stefano Accorsi, con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway.
Figlio di un tintore, da cui il suo nome d’arte, Tintoretto è l’unico grande pittore del Rinascimento a non aver mai abbandonato Venezia, nemmeno negli anni della peste. Immergendoci nella Venezia del Rinascimento e attraversando alcuni dei luoghi che più conservano la memoria dell’artista, dall’Archivio di Stato a Palazzo Ducale, da Piazza San Marco alla Chiesa di San Rocco, verremo guidati attraverso le vicende di Jacopo Robusti, in arte Tintoretto, dai primi anni della sua formazione artistica fino alla morte, senza trascurare l’affascinante fase della formazione della sua bottega, luogo in cui lavorano anche alcuni dei suoi figli, Domenico, che erediterà l’impresa del padre, e l’amatissima Marietta, talentuosa pittrice.

www.nexodigital.it

Dati correlati
Autore Tintoretto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.