Il Quartier des spectacles di Montréal ospita ogni dicembre, ormai da nove anni, l’evento Luminothérapie, un concorso per interventi temporanei di arte pubblica. Il vincitore della competizione 2018 si intitola Domino Effect ed è un’installazione dal forte impatto ludico e partecipativo progettata dal collettivo Ingrid Ingrid.
Fino al 27 gennaio 2019 i passanti potranno interagire con il classico gioco del dominio, reinventato in versione maxi e arricchito di effetti sonori. I 120 moduli in plastica, suddivisi in numerose “stazioni”, permettono di creare effetti luminosi e musicali: ognuno dei mattoni colorati è in grado di emettere suoni vocali, percussioni e altri toni in grado di simulare strumenti come il flauto e la marimba. L’installazione genera così una specie di “orchestra multicolore”, che è il frutto dell’interazione delle persone con l’opera e tra di loro.
L’opera è completata da una proiezione su scala architettonica che Nouvelle Administration ha concepito per il UQAM’s Pavillon Président-Kennedy; le tonalità cromatiche e gli effetti geometrici proposti evocano proprio il mondo del domino.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

LEAVE A REPLY