Si è svolto lo scorso 23 novembre a Napoli l’evento Smashing the Myth, curato da Adriana Rispoli e Zvonimir Dobrovic. Articolata in tre location (Museo Hermann Nitsch, Scala Filangieri e Quartiere Intelligente), la mostra si poneva come obiettivo l’indagine sul panorama della performance art croata, coinvolgendo sei personalità artistiche accomunate dall’uso di questo particolare medium espressivo: Igor Grubic, Bruno Isakovic, Sanja Ivekovic, Siniša Labrovic Alen Sinkauz – Nenad Sinkauz e Sandra Sterle.
“Con un’accezione positiva, Smashing the Myth celebra la distruzione come atto semantico per la costruzione di nuove realtà, per il superamento dei limiti e delle categorizzazioni, e per l’abbattimento dei confini fisici ed identitari”, si legge nella presentazione, “Smashing the myth presenta uno spaccato dell’arte croata oggi in qualche modo iconoclasta e provocatoria che restituisce un’immagine forte e combattiva di una generazione di artisti che se da un lato afferma con fierezza le proprie radici, dall’altro reclama, a ragione, un’idea dell’arte libera dalla scure dell’economia e dal predominio del capitale”.

Evento correlato
Nome eventoSmashing The Myth Perfoming Art from Croatia
Vernissage23/11/2018 ore 16
Duratadal 23/11/2018 al 23/11/2018
CuratoriAdriana Rispoli , Zvonimir Dobrović
Generearte contemporanea
Spazio espositivoFONDAZIONE MORRA - MUSEO NITSCH
IndirizzoVico Lungo Pontecorvo, 29/d 80135 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.