Otto voci per otto storie da ascoltare. L’artista Iginio de Luca (Formia, 1966), invitato dall’Apulia Land Art Festival, ha coinvolto gli abitanti della cittadina di Margherita di Savoia, in Puglia, per la sua recente installazione intitolata Sottosale. Il tema, quello della preservazione della memoria, sia personale che collettiva, nasce dalla visita di uno dei luoghi più suggestivi della zona, le vastissime saline. L’espressione “sotto sale”, intesa come prima forma di conservazione degli alimenti, è assunta infatti come concetto simbolico e diventa una sorta di utopia dell’eternità.
Dalla spessa coltre bianca escono otto cuffie contenenti le memorie delle persone intervistate”, scrive l’artista, “otto come l’ottagono di Castel del Monte, simbolo della Puglia, riproposto in una mappatura casuale della geometria storica. Ogni cuffia racconta ciò che le persone hanno conservato, congelato, sottratto all’oblio del tempo; ogni cavo è pari all’altezza del narratore da terra all’orecchio. In tal modo chi ascolta è invitato a identificarsi fisicamente ed emozionalmente con chi racconta in un contesto attivo e pulsante, costantemente vivo nel presente”.

Evento correlato
Nome eventoApulia Land Art 2017
Vernissage08/09/2017
Duratadal 08/09/2017 al 10/09/2017
Generiarte contemporanea, festival
Spazio espositivoSALINA
IndirizzoVia Africa Orientale - Margherita di Savoia - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.