Un documentario che racconta un periodo storico indimenticabile: gli anni della rivoluzione russa e delle avanguardie artistiche che l’hanno accompagnata. Revolution. La Nuova Arte per un Mondo Nuovo, diretto da Margy Kinmonth, pluripremiata autrice della BBC, arriverà nelle sale italiane solo il 14 e 15 marzo nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema.
Grazie all’accesso privilegiato a collezioni di importanti istituzioni russe, il film si snoda attraverso le vicende rivoluzionarie che prendono il via nel 1917, fondendo i contributi di artisti contemporanei e di esperti d’arte con le testimonianze dirette dei discendenti dei personaggi che della rivoluzione sono stati i protagonisti. Una pellicola appassionante, che riporta in vita gli artisti dell’avanguardia russa e narra le storie di pittori come Chagall, Kandinskij, Malevic e dei pionieri che con loro accolsero una sfida utopica e ambiziosa: quella di costruire una nuova arte per un nuovo mondo.
Spiega Margy Kinmonth: “Perché la Russia? Come regista continuo a trovare tantissime storie da raccontare nel passato e nell’arte russa, storie che diventano per me fonte di ispirazione. In questo paese c’è una quantità enorme di arte, dipinti, romanzi, opere teatrali, balletti, opera, musica, architettura e soprattutto ci sono moltissime persone attraverso cui raccontare le storie stesse della Russia”.
La Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital in collaborazione con Sky Arte HD e MYmovies.it.

www.nexodigital.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.