4 giorni, 55 film, 22 proiezioni, 4 incontri, 2 mostre e 1 progetto fotografico live. Questi i numeri del torinese Fish&Chips Film Festival, la kermesse cinematografica dedicata alle produzioni di tema erotico che giunge in questi giorni alla sua seconda edizione.
Anche quest’anno Fish&Chips Film Festival proporrà al pubblico proiezioni, incontri ed eventi che difficilmente troverebbero spazio nei circuiti mainstream”, ha dichiarato la direttrice artistica del festival Chiara Pellegrini, “l’attenzione è rivolta a produzioni indipendenti e di qualità, in cui la tematica principale è la sessualità nelle varie forme e declinazioni: mostreremo erotismo esplicito e anticonvenzionale, film che indagano modi alternativi di vivere l’eros e le relazioni.
A farla da padrone sono le immagini dal forte valore estetico, come quelle del film d’apertura Belladonna of Sadness (Kanashimi no Belladonna, Giappone, 1973-2016, animazione, 86’) di Eiichi Yamamoto, presentato in anteprima nazionale nella versione restaurata in 4k. Il film è un anime psichedelico e underground dall’erotismo esplicito, in cui scene crude e conturbanti si fondono in raffinate illustrazioni influenzate dallo stile Art Nouveau.
Fish&Chips Film Festival proseguirà fino a domenica 22 gennaio con i concorsi per lungometraggi e cortometraggi, mostre, incontri e gli omaggi a due signore del porno: l’attrice statunitense Marilyn Chambers e la regista italiana Giuliana Gamba.

Fish&Chips Film Festival
Festival Internazionale del Cinema Erotico e del Sessuale
19 – 22 gennaio 2017 | Torino
www.fishandchipsfilmfestival.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.