C’è anche l’architetto danese Bjarke Ingels, artefice negli ultimi anni di un’ascesa sensazionale, tra le otto figure scelte per la prima stagione della docuserie Abstract: The Art of Design. Sulla parabola del progettista – nel mese scorso si è aggiudicato il progetto di un edificio sull’acqua ad Amsterdam ed è a lavoro anche nel campo delle infrastrutture ferroviarie con l’avveniristico Hyperloop One – si concentra uno degli otto episodi in arrivo, tra pochi giorni, su Netflix.
Prodotta da Morgan Neville, la serie promette di condurre gli spettatori oltre la consueta presentazione dei lavori ultimati: a svelare l’iter progettuale, nelle sue varie fasi e nei molteplici livelli di complessità, saranno gli stessi designer. Con l’intento di conoscere i processi che portano alla realizzazione di interventi diversi per scala e durata – dalle scenografie alle scarpe, dalle auto alle illustrazioni, dalle nuove edificazioni all’interior design – la serie traccerà un itinerario trasversale, in settori eterogenei. Oltre al fondatore dello studio BIG, saranno infatti presenti la graphic designer Paula Scher, cui è dedicata la premiere del 10 febbraio, l’interior designer e creative director Ilse Crawford, la scenografa inglese Es Devlin, l’illustratore Christoph Niemann, il fotografo Platon, il designer di scarpe Tinker Hatfield e l’automotive designer Ralph Gilles.

– Valentina Silvestrini

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Architetto con specializzazione in allestimento e museografia, si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha intrapreso il proprio percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi.​ ​È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007); ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). All’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e alla direzione lavori, recandosi in centri espositivi ​in Giappone, Russia e Germania. ​Ha curato il coordinamento eventi e ​la​​​ comunicazione​ della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011)​.​ ​​​​​Ha scritto e scrive per ​Abitare, ​abitare.it, ​domusweb.it, ​Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa e Cosebelle Magazine, di cui è caporedattrice design.​ ​Dal 2012 collabora con Artribune​.​

3 COMMENTS

Rispondi a Quali sono i possibili nomi per Abstract 2? Cancel reply