Brixton ha sei anni e tanti riccioli rossi. È lui la nostra guida nel simpatico video pubblicato dall’emittente pubblica californiana KQED sul canale Youtube Art School, dedicato al mondo dell’arte e degli artisti. Nel breve filmato intitolato How To Look at Public Art, Brixton ci accompagna in una passeggiata a San Francisco, alla scoperta delle opere d’arte pubblica installate in strade e parchi. Dal gigantesco arco con freccia di Claes Oldenburg e Coosje Van Bruggen alle “sculture naturali” di Andy Goldsworthy, passando per la fontana-origami di Ruth Asawa.
Tra una scultura e l’altra, il curatore in erba suggerisce chiavi di lettura e metodologie di osservazione; tanti spunti che, nonostante il tono leggero e ironico, risultano centrati e validi. E non solo per i più piccoli.
Allora, come si guarda l’arte pubblica? Le regole sono poche ma importanti: osservare, farsi delle domande, indagare le relazioni dell’opera con lo spazio circostante, le condizioni atmosferiche e la comunità di riferimento, studiare l’artista, informarsi sulla durata dell’opera (permanente o temporanea). Infine, un’esortazione: uscite e cercate l’arte pubblica della vostra città; è gratis ed è stata fatta apposta per voi…

– Valentina Tanni

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016, Lubiana 2017). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano. Dal 2011 collabora con Artribune.