​ Il regista Kirill Serebrennikov proviene dal teatro, dirige a Mosca il Gogol Centre, ma quando di tanto in tanto passa dal palcoscenico dietro la cinepresa non perde mai l’occasione di convincere qualche festival internazionale. Nel 2012 era in concorso a Venezia con Izmena, nel 2006 al Festival di Roma, dove vinse il Gran Premio della Giuria con Playng the Victim. Nella corrente edizione di Cannes arriva The Student in Un Certain regard, un dramma teatrale di Marius von Mayenburg trasposto per il grande schermo. Grazie a questa pellicola Serebrennikov porta all’attenzione dell’opinione pubblica estera il crescente fanatismo religioso che sta investendo la Russia contemporanea con il benestare della politica. Il fenomeno viene esplorato attraverso le vicende quotidiane di un ragazzo comune colto da una crisi mistica. Il giovane riesce a manipolare adulti e compagni, con l’eccezione di un’insegnate, unico personaggio ateo della storia. L’oscurantismo prende il sopravvento sulla razionalità e i risvolti sono tragici. Noi abbiamo voluto incontrare il regista per farci raccontare cosa effettivamente sta accadendo nel suo paese.

– Federica Polidoro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.