Scienza e quotidianità. Thomson e Benvenuto a Bergamo

GAMeC, Bergamo – fino al 13 novembre 2016. Meraviglie della scienza e dell’arte per un doppio appuntamento nella sede espositiva lombarda. Protagonisti Jol Thomson e Carlo Benvenuto.

Carlo Benvenuto, Senza Titolo, 2016, C-print, 225x170 cm, courtesy Galleria Mazzoli, Modena
Carlo Benvenuto, Senza Titolo, 2016, C-print, 225x170 cm, courtesy Galleria Mazzoli, Modena

In proiezione ancora per pochi giorni presso la GAMeC di Bergamo G24/0vßß di Jol Thomson (1981), opera audiovisiva vincitrice della IV Edizione di MERU Art*Science Award, che affronta il dialogo tra scienza e arte, discipline dai sorprendenti punti di contatto. Percorrendo i territori inesplorati della materia oscura, e grazie alla collaborazione dei professionisti impiegati nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso in Abruzzo, il giovane artista canadese dipana un racconto visionario e poetico a caccia del neutrino.
In contemporanea, lo Spazio Zero della galleria accoglie la personale di Carlo Benvenuto, curata da Giacinto Di Pietrantonio. Teatro di quest’altra narrazione è una quotidianità re-immaginata, metafisica: tra oggetti in scala 1:1, pasticcini e ciliegie candite, composizioni di fiori e frutta, i lavori fotografici della tradizione analogica qui riproducono l’illusorietà della pittura classica, attraverso sovrapposizioni di più scatti sul medesimo negativo. In mostra anche una serie di disegni a penna Bic, dall’allure vagamente pop.

Domenico Carelli

Bergamo // fino al 13 novembre 2016
Jol Thomson – G24/Ovββ
Carlo Benvenuto – Scala 1:1
a cura di Giacinto Di Pietrantonio
GAMEC
Via San Tomaso 53
035 270272
www.gamec.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/56516/jol-thomson
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/56514/carlo-benvenuto-scala-11/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI