Fotografia in movimento. Eadweard Muybridge a Milano

Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Milano – fino al 1° ottobre 2016. Il maestro del movimento in fotografia va in scena nella città lombarda. Con una mostra che ripercorre gli studi e le tecniche messe in campo da un pioniere dell’immagine cinematografica.

Eadweard Muybridge, A buffalo walking, 1887, 23 x 35 cm, Wellcome Library di Londra
Eadweard Muybridge, A buffalo walking, 1887, 23 x 35 cm, Wellcome Library di Londra

È una mostra laboratorio quella dedicata a Eadweard Muybridge (Kingston-upon-Thames, 1830-1904), uno dei più affascinanti sperimentatori della fotografia del XIX secolo, alla Galleria delle Stelline di Milano. Il visitatore, infatti, ha la possibilità di scoprire il metodo di lavoro del maestro che con le sue sequenze ha aperto nuovi orizzonti sul movimento e sulla fisiologia animale.  Una lunga parete coperta di carta millimetrata emula il set che egli utilizzava per gli scatti in piano sequenza con una serie di fotocamere, collegate ad altrettanti fili. In mostra i lightbox con riproduzioni delle fotografie sul movimento e quindi delle straordinarie immagini di paesaggio realizzate dal fotografo inglese stabilitosi in America.
Muybridge ha avuto una storia incredibile, con risvolti da cronaca nera. È stato un uomo geniale con un carattere piuttosto focoso, che ha posto le basi per un rinnovamento della fotografia, anticipando il cinematografo.
Uno degli aspetti più interessanti della mostra sono i due docufilm, L’assassino nudo e Film stenopeico, firmati da Paolo Gioli, che ha scritto anche un saggio in catalogo.

Angela Madesani

Milano // fino al 1° ottobre 2016
Muybridge Recall
a cura di Leo Guerra e Cristina Quadrio Curzio
GALLERIA GRUPPO CREDITO VALTELLINESE
Corso Magenta 59
[email protected]
www.creval.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/53769/eadweard-muybridge-recall/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Angela Madesani
Storica dell’arte e curatrice indipendente, è autrice, fra le altre cose, del volume “Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia”, di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori e di “Le intelligenze dell’arte” (Nomos edizioni). Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere. È autrice di numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Giuseppe Cavalli, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice, Elisabeth Scherffig, Anne e Patrick Poirier, Luigi Ghirri. Ha recentemente curato un volume sugli scritti d’arte di Giuseppe Ungaretti. Insegna all’Accademia di Brera e all’Istituto Europeo del Design di Milano.

LEAVE A REPLY