L’inverno secondo Matt McClune

Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano – fino al 14 novembre 2015. Nella galleria di via Stoppani, l’americano Matt McClune propone un percorso rigoroso con un ciclo di opere, concepite per questa mostra, dedicate a un’imperscrutabile esperienza percettiva e cromatica. Attorno all’inverno in Borgogna.

Matt McClune, Venetian Black Horizontal
Matt McClune, Venetian Black Horizontal

È un’osservazione ravvicinata della natura che circonda il suo quotidiano tra i vigneti della Borgogna. Per Matt McClune (Worcester, Massachusetts, 1973) Cold as Ice, la sua prima personale negli spazi della galleria Renata Fabbri a Milano, è una narrazione silenziosa della luce, talvolta diafana, altre volte nebbiosa e imperscrutabile, che contrassegna lo scenario delle campagne del territorio in cui adesso vive. Su superfici metalliche, alcune di grandi dimensioni, che ben scandiscono gli spazi di via Stoppani, imbastisce una pittura che è debitrice dell’Informale, da cui prende in prestito il piacere del gesto pittorico e alcuni caratteri propriamente formali. L’argento, il blu e il bianco sono pertanto tracce di una percezione personale ma condivisibile, strato superficiale di una porzione di spazio aperto da scoprire e con cui interagire con lo sguardo.

Lorenzo Madaro

Milano // fino al 28 novembre 2015
Matt McClune – Cold as Ice
a cura di Alessandro Buganza
RENATA FABBRI
via Stoppani 15c
02 91477463
[email protected] 
www.renatafabbri.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/48045/matt-mcclune-cold-as-ice/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lorenzo Madaro
Lorenzo Madaro (1986) è curatore d’arte contemporanea e docente di Storia dell’arte e Fenomenologia delle arti contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Lecce. Dopo la laurea magistrale in Storia dell’arte ha conseguito il master di II livello in Museologia, museografia e gestione dei beni culturali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. È critico d’arte dell’edizione romana de “La Repubblica” e collabora con Robinson e Artribune. Tra le mostre recenti curate, "Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro" (Galleria Fabbri, Milano, 2019); "‘900 in Italia. Da De Chirico a Fontana" (Castello di Otranto, 2018); "To Keep At Bay" (Galleria Bianconi, Milano 2018); "Spazi igroscopici" (Galleria Bianconi, Milano 2017); "Mario Schifano e la Pop Art italiana" (Castello Carlo V, Lecce, 2017); "Edoardo De Candia Amo Odio Oro" (Complesso monumentale di San Francesco della Scarpa, Lecce, 2017); "Natalino Tondo Spazio N Dimensionale" (Galleria Davide Gallo, Milano, 2017); "Andy Warhol e Maria Mulas" (Castello Carlo V, Lecce 2016). È direttore artistico del progetto europeo CreArt. Network of cities for artistic creation per il Comune di Lecce.