Il numero perfetto, la poesia e una mostra

Sponge Arte Contemporanea, Pergola – fino al 20 settembre 2015. Un curatore poeta e nove artisti contemporanei, per rinnovare il legame che corre tra parola scritta ed espressione visiva. Fra interpretazione, evocazione, sinestesia e relazioni da cogliere, una mostra che si lascia non solo vedere, ma anche leggere.

Perfect Number #9 - Sponge Arte Contemporanea, Pergola 2015 - Maurizio Vicerè - photo Francesca Cenciarini
Perfect Number #9 - Sponge Arte Contemporanea, Pergola 2015 - Maurizio Vicerè - photo Francesca Cenciarini

Nell’edizione 2015 di Perfect Number gli artisti si fanno interpreti: anche quest’anno l’ormai tradizionale collettiva estiva di Casa Sponge, arrivata alla sesta edizione, si è sviluppata verso solchi inediti. La costante dei nove artisti, corrispondenti alle nove stanze della home gallery, è rispettata, ma il curatore non si limita a coordinare. Oggi la firma appartiene a Francesco Paolo Del Re, curatore artistico e giornalista televisivo (Chi l’ha visto?) pugliese di nascita e romano di adozione, e il filo conduttore è la sua recente silloge poetica Il tempo del raccolto. Ognuno dei nove artisti è stato chiamato a ispirarsi ai suoi versi, usando linguaggi e poetiche propri per una consegna non facile, data la spiccata indole novecentesca della poesia di Del Re (nell’introduzione, Coletta parla di “eco montaliana”). Ma anche per questo connubio fra tradizione letteraria e sperimentazione artistica, il risultato finale, che poteva rischiare la deriva didascalica, è fresco e comunicativo.

Valeria Carnevali

Pergola // fino al 20 settembre 2015
Perfect Number #9
a cura di Francesco Paolo Del Re
artisti: Eva Gerd, Antonello Ghezzi, Riccardo Monachesi, Gonzalo Orquín, Gianluca Panareo, Giorgio Pignotti, Filippo Riniolo, Cristina Treppo, Maurizio Vicerè
SPONGE LIVING SPACE
Via Mezzanotte 84
339 4918011
[email protected]
www.spongeartecontemporanea.net

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/46691/perfect-number-9/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valeria Carnevali
Marchigiana, dopo la laurea in Lettere Moderne conseguita a Urbino nel 1999 con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea, si stabilisce a Milano lavorando per diversi anni nel settore dell’editoria d’arte e collaborando con gallerie e spazi espositivi. Tornata a Fabriano nel 2007, si laurea in Scienze della Formazione Primaria, continuando a occuparsi di arte e cultura del presente, con particolare interesse per la didattica e l’educazione all’arte (e attraverso l’arte) contemporanea. È attualmente insegnante nella scuola primaria e curatore artistico. Nel 2016 fonda l’associazione Art comes to Town. Scrive per Artribune dal 2012.