Luca Coser il traditore. Da Effearte a Milano

Effearte Gallery, Milano – fino al 16 gennaio 2015. I collage citazionisti di Luca Coser come incarnazione della teoria del traditore proposta da Achille Bonito Oliva. Semplice, anzi molto complicato…

Achille Bonito Oliva, critico d’arte e teorico della Transavanguardia, definisce la lateralità come il contemporaneo stato dell’artista nei confronti del mondo, in contrasto con la frontalità, più tipica dell’epoca moderna e premoderna. Nell’era postmoderna, l’artista è il traditore, colui che osserva il mondo dall’esterno, teso verso il suo cambiamento ma incapace di compierlo, perciò relegato al gioco del linguaggio, quindi del collage e della citazione.

Le opere di Luca Coser (Trento, 1965; vive a Trento e Roma) riflettono questa teoria. Ogni quadro è un collage di citazioni, interne ed esterne all’opera stessa. Frasi, figure e forme compongono ogni lavoro, costituendo un universo conosciuto e allo stesso tempo sconosciuto, lontano e distante. Il collage non basta, perché dove compare una figura ce n’è un’altra che svanisce, in un continuo dialogo con l’osservatore.

Lodovico Lindemann

Milano // fino al 16 gennaio 2015
Luca Coser – Vicino ma non qui
EFFEARTE
Via Ausonio 1a / Via De Amicis 47
02 89095634
[email protected]
www.effeartegallery.com

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/40119/luca-coser-vicino-ma-non-qui/

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lodovico Lindemann
Lodovico Lindemann, appassionato entusiasta abitante di questo e dell’altro mondo. Milanese d’adozione, laureato in Lettere Moderne, ha sviluppato un interesse verso qualunque forma di creatività, in particolare il teatro e la musica. La sua vera passione è scrivere, su cui spera di costruirsi un futuro.