Quattro galleristi alla riscossa

Nelle vetrinette niente cristalli e porcellane, ma teschi e animali impagliati. In soffitta nessun baule polveroso, ma monitor ingabbiati e croci alle pareti. Tra wunderkammer e galleria d’arte contemporanea, Quadrilegio chiama a raccolta il contemporaneo in una Parma austera e immobile. A Parma fino al 31 luglio.

Marina Burani, opere presso galleria Alphacentauri, Parma, 2013

Qualche anno di attesa silenziosa, ma Marina Burani non pensava affatto di chiudere Alphacentauri, galleria ospitata all’ultimo piano del nobile Palazzo Pallavicino. L’occasione per la riapertura è stata offerta dall’amicizia con Giulio Belletti, Maura Ferrari e Simona Manfredi che hanno messo a disposizione i rispettivi spazi – non privi di sorprese – e costruito insieme una mostra allo scopo di radunare i “loro” artisti, in una sorta di omaggio e di festa che ha il sapore di una rivendicazione: quella che vorrebbe portare l’arte di oggi al centro di una città in profonda crisi culturale.
Quarantacinque i nomi coinvolti, da Lino Budano a Lufer, da Alessio Bogani ad Andrea Saltini, e poi Marco Schifano, Marilena Sassi, e la stessa Marina Burani. Disseminate in location seducenti e inaspettate, le opere sembrano trovare la loro dimora ideale e l’habitat dove poter vivere e comunicare.

Marta Santacatterina

 

Parma // fino al 31 luglio 2013
Quadrilegio
SEDI VARIE
Galleria Alphacentauri, Maura Ferrari interior designer, Ide&oggetti di Simona Manfredi, BLL di Giulio Belletti
Borgo Giacomo Tommasini, 37, Piazzale Borri, Borgo Riccio, 19
349 6156474
www.facebook.com/quadrilegio

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte – titolo conseguito all'Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia dell’arte medievale –, svolge da molti anni la professione di editor freelance per conto di varie case editrici ricoprendo anche, dal 2015 all’inizio del 2018, il ruolo di direttore editoriale del marchio Fermoeditore e della rivista collegata “fermomag”, sulla quale si è dedicata alle rubriche di arte, fotografia e mostre. Scrive per “Artribune” fin dalla nascita della rivista nel 2011, mentre più recenti sono le collaborazioni con il sito “Art&Dossier” – sul quale recensisce progetti allestiti in gallerie private –, con “La casa in ordine”, dove si occupa di designer emergenti e autoprodotti, e con la rivista “Dolcesalato”, su cui propone ai pasticceri suggestioni tratte dall'arte contemporanea. Scrive inoltre testi storico-artistici e sul fumetto per case editrici italiane (Giunti editore, Grafiche Step editrice ecc.) e statunitensi (Fantagraphics Books). Ha partecipato come giurata a concorsi di arte o fotografia e raramente cura delle mostre per artisti che riescono a convincerla grazie alla qualità dei lavori e alla solidità della loro poetica. Per la sede di Parma del Boston College, si occupa inoltre di attività di tutoring sull'arte contemporanea per studenti americani.