Silvia Hell disegna una nuova mappa d’Europa

È un’inedita visione d’Europa quella che Silvia Hell presenta nella sua seconda personale da Placentia Arte. Una rappresentazione del tempo attraverso oggetti tridimensionali, la quarta dimensione che si fa scultura e dà forma nuova alla storia. Fino al 10 gennaio.

Silvia Hell - A Form of History - veduta della mostra presso Placentia Arte, Piacenza 2012

Una serie di sculture in metallo ci mostra le trasformazioni dell’ampiezza territoriale dei Paesi europei negli ultimi 150 anni. I dati dell’atlante storico sono sistematicamente riportati sugli assi cartesiani seguendo un metodo del tutto arbitrario che, nella sua sistematicità, diventa regola. La mostra A Form of History di Silvia Hell (Bolzano, 1983; vive a Milano) indaga il susseguirsi storico degli avvenimenti e la trasposizione scultorea di 150 anni d’Europa diventa riflesso delle sorti degli stessi Paesi, ricordando come i confini politici siano quasi sempre stati modificati all’indomani di conflitti bellici.
Il tempo è soltanto una delle variabili intrappolate nelle opere della Hell, affiancato dal susseguirsi di decisioni politiche che hanno dato forma fisica agli stati nazionali. Quel che traspare è il tentativo di dare una forma nuova al tempo, ma è anche un negativo tridimensionale delle continue trasformazioni politico-territoriali di un continente.

Simone Monsi

Piacenza // fino al 10 gennaio 2013
Silvia Hell – A Form of History
PLACENTIA ARTE
Via Scalabrini 116
0523 332414
[email protected]
www.placentiaarte.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Simone Monsi
Simone Monsi vive tra l’Italia e Londra, dove lavora come artista e collabora a diverse pubblicazioni con recensioni e testi critici. Si interessa delle relazioni tra arte e nuove tecnologie e delle tensioni che si possono creare tra esperienza online e offline. È appassionato di internet culture, anime e YBAs. Viaggia alla continua ricerca di Damien Hirst, anche se non ha ancora deciso cosa dirgli quando lo incontrerà. Sogna di scrivere un libro sui cartoni animati giapponesi e odia gli aeroporti. Ha lavorato presso l’ufficio stampa di Frieze Art Fair a Londra e come assistente al corso di Arti Visive a NABA, Milano. È laureato in Storia dell’arte contemporanea e Nuovi media e al momento frequenta l’MFA Fine Art a Goldsmiths, Londra.

6 COMMENTS

  1. Da Placentia Arte, sempre eventi interessanti!
    Silvia Hell, in questa mostra traduce il pensiero in immagine in maniera impeccabile.
    Complimenti!

  2. …il problema in Italia che come Baldini c’è solo Baldini,purtroppo… per una sana ricerca ci vuole questo tipo di passione incondizionata…ancora complimenti a questa piccola “grande” galleria.

  3. Una serie di sculture in metallo ci mostra le trasformazioni dell’ampiezza territoriale dei Paesi europei negli ultimi 150 anni. I dati dell’atlante storico sono sistematicamente riportati sugli assi cartesiani seguendo un metodo del tutto arbitrario che, nella sua sistematicità, diventa regola.
    Cosa significa,please?

Comments are closed.