Marmo astuto

Corpi in movimento per costruire un grande corpo scultoreo. Una messa in scena complessa e sinuosa, dove materiale e immateriale, presenza e assenza, si fondono e confondono. È la Vanessa nazionale, da Lia Rumma. A Milano (e a Napoli).

Vanessa Beecroft - Performance VB70 / VB MARMI - veduta della performance presso la Galleria Lia Rumma, Milano 2011

Dopo la gremita performance di Vanessa Beecroft (Genova, 1969; vive a New York) andata in scena a Milano da Lia Rumma, resta l’installazione VB marmi. Algidi e intoccabili i corpi delle dieci modelle impegnate nella performance VB70 su blocchi di marmo ora immobili, ora in sequenze silenziose, fluide, in moto. Come azioni sul filo di un respiro sincopato. Età e pesi differenti e colori difformi, ognuna in tinta col basamento. Prosegue coerente e riconoscibilissima la ricerca della Beecroft rispetto al “corpo” nella contemporaneità. Il corpo come simulacro dei tempi. E con un’ossessione per il dettaglio. Per ogni singola venatura. Per ogni velo di luce sulle nudità. Ogni singolo sguardo. Ogni respiro. Una lunga sinfonia silente e muta. Attonita, come davanti a un mistero. Materia viva e fredda si fondono in un solo grande affresco onirico.

Caterina Misuraca

VB70. Gli scatti rubati

La Beecroft alla Biennale

Milano // fino al 30 settembre 2011
Vanessa Beecroft –
Performance VB70 / VB MARMI
www.liarumma.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.