Metaverso, performance e arte visiva: le nuove esperienze live

Nuove forme d’arte stanno nascendo dall’intersezione di innovazione e arte. E, con l’ascesa del metaverso, la necessità di avere professionisti capaci di ideare, progettare e realizzare performance live in xr è in aumento

Blackpink
Blackpink

Gli artisti, da sempre pionieri, hanno anticipato l’incontro tra reale e virtuale, oggetti e umani, arte e società, immaginando queste nuove forme artistiche ibride all’intersezione di realtà virtuale, performance dal vivo e arti visive. Il metaverso quindi, sta rivoluzionando il campo artistico e creativo, attraverso le performance live ideate, progettate e create per il nuovo mondo virtuale. Queste esperienze artistiche e culturali, molte delle quali collettive e partecipative, rinnovano il rapporto che lo spettatore ha con l’opera e soddisfano la crescente domanda da parte del pubblico, che sempre di più abita questi mondi virtuali.

I VANTAGGI DEI LIVE NEL METAVERSO

Il metaverso mette a disposizione di artisti, creativi, designer, producer, molteplici strumenti che permettono di creare ambienti ed esperienze virtuali immersive straordinarie, con nuovi linguaggi e modalità di engagement, lasciando libero spazio all’immaginazione e alla creatività.
Grazie al metaverso, gli artisti creano performance uniche che uniscono grafiche 3D, interazione umana, sound singolari, e un potente storytelling immersivo che, se fruiti tramite visore per realtà virtuale, il mezzo empatico per eccellenza, hanno un potere emotivo e una capacità di coinvolgimento senza precedenti.
A questo si aggiunge poi la possibilità offerta dal metaverso di raggiungere un pubblico più vasto e unire anche modalità di storyliving legati al gaming molto amati, ad esempio dalla GenZ, che non sono più “video-first”, non guardano più la TV, ma socializzano, si relazionano, acquistano e si intrattengono con approcci legati a gaming, interazione e immersività.

Le bal de paris
Le bal de paris

LE APPLICAZIONI, DALLA MUSICA ALLA DANZA

Il metaverso ha cambiato il mondo delle esibizioni musicali. I più grandi artisti mondiali hanno già eseguito concerti nei mondi virtuali e, a seguito del loro grande successo, gli MTV Video Music Awards hanno aggiunto alle classiche categorie di premiazione la “Best Metaverse Performance”, in cui erano nominati artisti come Ariana Grande, BLACKPINK, BTS, Charlie XCX, Twenty One Pilots e Justin Bieber.
Non solo musica ma anche danza e performing art. In Dancing into the Metaverse, gli spettatori sono stati trasportati in un ambiente immersivo, capace di trasmettere presenza, prossimità e narrativa attraverso un visual project innovativo con ballerini connessi da NY e UK che si sono esibiti sotto forma di avatar in uno spazio virtuale grazie alla tecnologia del motion capture.
Degni di nota sono anche Le Bal de Paris, che esplora la realtà virtuale attraverso la danza e la musica, creato dalla coreografa Blanca Li e premiato con il Leone d’Oro nella categoria “Venice VR Expanded” alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e la Dream virtual experience. Si tratta di un’esperienza coinvolgente, partecipativa e interattiva creata dalla Royal Shakespeare Company, in cui gli spettatori, che seguivano da remoto, hanno potuto assistere a una esibizione virtuale ambientata in una foresta incantata, con la possibilità di far parte dello spettacolo.

UNA NUOVA OPPORTUNITÀ NEL METAVERSO

Grazie al motion capture, all’immersive audio e ad ambienti virtuali totalmente immersivi, è possibile cambiare il modo di coinvolgere il pubblico, rendendolo parte della storia. Non si tratta solo di pura esperienza visiva, le performance vengono trasformate in esperienze multisensoriali, in cui lo spettatore può sentirsi parte dell’esibizione, ovunque si trovi, e vanno a riconfigurare i modelli di business tradizionali.
Questa rappresenta una grande opportunità per tutti gli artisti che vogliono sperimentare nuove modalità di espressione e coinvolgere il proprio pubblico e per tutti i brand che desiderano raggiungere i target più giovani e creare nuovi modelli di business.

‒ Elisabetta Rotolo

MIAT ‒ Multiverse Institute For Arts & Technology è un centro creativo ed educativo per le arti immersive e le tecnologie emergenti.

https://www.miat.tech/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Elisabetta Rotolo
Elisabetta Rotolo è una business strategist e brand management executive, creative & executive producer, interior architect e keynote speaker, con una esperienza internazionale in VR, AR, spatial computing, mondi virtuali e Metaverso. È CEO e founder di MIAT Multiverse Institute For Arts and Technology e ha oltre 20 anni di esperienza come Global Chief Marketing Officer, Corporate Communication Director e Strategic Consultant in branding, marketing, comunicazione, innovazione e cambiamento per organizzazioni internazionali come lo Stato di New York, Omnicom Group, Walt Disney, Mattel, Heinz, Plasmon, Ferrovie dello Stato, i Giochi Olimpici. Ha un degree in Interior Architecture e un MBA presso l'Università di Liverpool.