Per tre minuti ogni notte, una “meditazione digitale” fa respirare Times Square

L’installazione prende vita sui 90 cartelloni digitali nel cuore di New York per ogni notte di febbraio: è “Continuum”, lavoro zen-digitale dell’artista canadese e guru del Metaverso Krista Kim

Continuum di Krista Kim
Continuum di Krista Kim

Times Square, febbraio 2022, 23:57 di notte. La pubblicità sparisce dai 90 cartelloni elettronici, che per tre minuti si sincronizzano su una “luce curativa”. Gradienti rosa, azzurri, arancioni abbracciano cemento e persone e illuminano il cielo invernale sopra New York. Persino l’onnipresente rumore del traffico sembra diminuire. È il Midnight Moment, il momento di mezzanotte di Continuum, un’esperienza digitale depurativa dell’artistar del Metaverso Krista Kim. Per tutto il mese di febbraio, tre minuti prima di mezzanotte, l’installazione digitale dell’artista canadese vuole lenire la frenesia della città e curare il frastuono fisico e mentale dei suoi abitanti come parte di un più grande tour. Inaugurato insieme al chitarrista degli Smashing Pumpkins, Jeff Schroeder, e approdato lo scorso dicembre a Miami nella settimana di Art Basel, il Continuum Tour vuole creare uno spazio di decompressione in un momento di grande stress globale e portare il pubblico in uno stato di “coscienza digitale positiva”.

KRISTA KIM TRA METAVERSO, NFT E MEDITAZIONE

Krista Kim è un’artista contemporanea con base tra Toronto e New York, che esplora con il suo lavoro il concetto di “coscienza digitale” e degli effetti della tecnologia sulla percezione umana, i media, le strutture sociali e la comunicazione. Dal 2012 ha sviluppato un linguaggio virtuale e fisico incentrato sulla meditazione, con installazioni, video e lavori su vetro e plexiglas; nel 2014 ha fondato il Techism Movement, una filosofia che, per rispondere all’eccessiva e tossica dipendenza della società dalla tecnologia, propone di spostare il focus dell’innovazione digitale rendendola una disciplina artistica e umanistica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Krista Kim (@krista.kim)

Nel 2020, in piena pandemia, Kim ha creato la Mars House, la prima “casa del Metaverso” venduta in forma di NFT: l’opera – completamente virtuale, e che risente come sempre della filosofia zen digitale dell’artista – è stata venduta nel marzo 2021 con il prezzo più alto mai proposto per un Non Fungible Token sulla piattaforma SuperRare. Oggi, dopo essere stata scelta da Louis Vuitton per la sua campagna pubblicitaria celebrativa dei duecento anni dell’azienda ed essere stata direttrice creativa per lo Utah Jazz NBA Team (prima squadra sportiva Metaverse NFT al mondo), è Metaverse editor per Vogue Singapore ed è considerata una delle maggiori esperte del mondo in tema di Metaverso ed NFT.

Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.