Pantone ha deciso. È il Living Coral il colore dell’anno 2019

I fashion designer si stanno già cimentando con abiti e produzioni che utilizzano questo colore. Ecco chi ha già prodotto i primi must-have.

Dal sitio Pantone

Pantone Color Institute è un’azienda statunitense che si occupa principalmente di catalogazione e identificazione dei colori.  Nel 2007 è stata acquisita per 180 milioni di dollari dal colosso americano X-Rite che si occupava anch’essa di sistemi di classificazione dei colori oltre a produrre materiali per la rilevazione di immagini nel mondo della farmaceutica. L’unione Pantone Color Insitute  e X-Rite, ha decretato una sorta di monopolio di fatto per quel che riguarda l’identificazione dei colori per uso grafico. La Business Unit di Pantone si propone come consulente alle aziende che operano nel settore moda – e non solo – per implementarne per l’identità visiva di marchio e i prodotti. Lo fa attraverso previsioni di tendenze stagionali. Dal 2000 poi Pantone Color Institute dedica una dichiarazione particolare al cosiddetto “Color of the Year” capace di influenzare designer di settori diversi come l’abbigliamento, l’arredamento per la casa, il design industriale, il packaging e grafica per la progettazione delle creazioni dell’anno successivo.

IL COLORE DELL’ANNO

Per fare questo due volte l’anno la società ospita un meeting di divers internazionali all’opera per un’analisi delle tendenze che può includere prodotti dell’industria dell’intrattenimento, film in produzione, raccolte d’arte, moda, design, destinazioni di viaggio, nuovi stili di vita… influenze che possono anche derivare da nuove tecnologie, nuovi materiali, piattaforme di social media rilevanti e persino eventi sportivi imminenti che catturano l’attenzione mondiale. Il colore designato per il 2019 è stato battezzato Living coral, un rosa-arancione con un sottotono dorato che energizza e insieme ammorbidisce il tutto. Pantone lo definisce così: “in risposta all’attacco della tecnologia digitale e dei social media che si integrano sempre più nella vita quotidiana, l’individuo è alla ricerca di esperienze autentiche che gli consentano connessione e intimità. Socievole e vivace Living Coral incoraggia l’attività spensierata, simbolizza l’innato bisogno di ottimismo che c’è in tutti noi”.  Secondo Pantone “evoca come le barriere coralline offrono riparo a un caleidoscopio di colori diversi”. Nella definizione del colore, la denotazione “vivente” si oppone volutamente alla realtà che vede invece questo microrganismo sempre più vicino all’estinzione.

IL CORALLO PER I FASHION DESIGNER

Di recente molti fashion designer si sono cimentati con questo colore nelle collezioni per la primavera del 2019. Solo qualche esempio: Marc Jacobs ha costruito una collezione che include diversi look rosso corallo per il giorno e tre abiti piumati in rosa e arancio. Miuccia Prada ha proposto camiciola corallo abbinata a una futuribile fascia per capelli con fasce in abbinamento e Joseph Altuzarra ricchi abiti di corallo tempestati di conchiglie. Un avanguardista come Sacai ha pensato di utilizzarlo per un top a pieghe. Poteva mancare l’immediata proposta di una sneaker Nike? No di certo, e velocissima si è allineata anche Apple con custodie per l’iPhone perfettamente in linea.

Aldo Premoli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Aldo Premoli
Milanese di nascita, vive tra Noto e Cernobbio. E poi New York e Washington dove lavorano i suoi figli. Tra il 1989 e il 2000 dirige periodici specializzati nel settore tessile abbigliamento come “L’Uomo Vogue”. Nel 2001 fonda Apstudio, che fornisce consulenze ad aziende e associazioni industriali italiane e straniere. Nel 2013 e 2014 dirige “Tar magazine”, rivista di arte, scienza ed etica. Blogger di Huffington Post ha fondato a Catania, l’Onlus Mediterraneo Sicilia Europa che si occupa di integrazione scolastica di minori in difficoltà.