I migliori panettoni d’artista e di design del Natale 2021

Guida ai panettoni più buoni e creativi realizzati per le feste natalizie 2021, caratterizzati non solo da ingredienti e lavorazioni gourmet ma anche per il loro packaging, spesso opera di pittori, designer e architetti. Ecco la nostra selezione (naturalmente in progress)

Con uvetta, senza canditi, con amarene, alle albicocche, al cioccolato, persino al cous cous: quest’anno, di panettoni, ce ne sono davvero per tutti i gusti, opere di grandi chef e maestri panificatori che lavorano con materie prime selezionatissime. Un’esplosione di gusto che necessita anche di un’estetica altrettanto attraente, che faccia breccia prima sugli occhi e poi con le papille gustative. Da questa consapevolezza e voglia di sperimentare nascono le collaborazioni tra il mondo della pasticceria e quello dell’arte, quest’ultimo chiamato spesso a realizzare packaging ad hoc per panettoni e pandori, oggetti d’arte e di design da custodire e collezionare. Abbiamo così deciso di stilare una guida ai panettoni d’artista che ci hanno particolarmente colpito, lista che naturalmente è in progress e per la quale anzi chiediamo anche il vostro aiuto: qual è il vostro panettone preferito?

– Desirée Maida

1. IL PANDORO DI ANDREA TORTORA E PIETRO LISSONI DEDICATO A LUIGI GHIRRI

Il maestro pasticcere Andrea Tortora realizza, per Molino Pasini (azienda leader nella produzione di farine artigianali), un pandoro contenuto all’interno di una scatola di latta Limited Edition progettata milanese Pietro Lissoni che omaggia Luigi Ghirri: la latta infatti riproduce e rivisita, grazie alla concessione dell’Archivio Luigi Ghirri, uno scatto realizzato dal fotografo nel 1970, uno dei primi della sua ricerca.

www.molinopasini.com

2. IL PANETTONE DELLA PASTICCERIA PAVÈ DI MILANO E STUDIO XXY

Il Panettone di Pavè Milano e XXY Studio

Tradizionale, Extra dark, Caffè e cioccolato biondo, Limone e gianduia e Quattro cioccolati sono le varianti del panettone che la pasticceria Pavè di Milano ha realizzato per il Natale 2021. Nato nel 2012, Pavè è stato premiato come Miglior bar di Milano, e dal 2012 al 2019 tra le 50 migliori pasticcerie d’Italia secondo il Gambero Rosso. Una storia di gusti e sapori che, dalla sua nascita, non prescinde dallo studio grafico: a curare l’immagine grafica di Pavè è infatti da sempre lo Studio XXY, che naturalmente cura anche il packaging dei prodotti realizzati dalla pasticceria, compreso il panettone, la cui confezione quest’anno si contraddistingue per i colori accesi e le forme organiche e astratte.

www.pavemilano.com

3. PA’NCUCCIATO DI FILIPPPO LA MANTIA E ANDREA BUGLISI

PA‘ncucciato di Filippo la Mantia e Andrea Buglisi

È un mix di tradizione e innovazione PA‘ncucciato, il panettone ideato dallo chef Filippo La Mantia che è un omaggio alla Sicilia e al Mediterraneo: lo speciale panettone, infatti, oltre all’uvetta di Pantelleria e gli sciroppi di arance e limoni biologici siciliani, ha come ingrediente speciale il cous cous, integrato nell’impasto del dolce. PA‘ncucciato ha inoltre un packaging speciale, anche esso un omaggio alla città di Palermo ideato dall’artista Andrea Buglisi: il panettone infatti è presentato all’interno di una scatola di latta che riproduce la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, con la sua caratteristica cupola rossa, oltre a disegni appositamente realizzati da Buglisi.

 www.pancucciato.com

4. IL PANETTONE POP DI GALUP E MAX FERRIGNO

Galup – Linea Pop Art by Max Ferrigno

Fondata nel 1922 a Pinerolo in Piemonte da Pietro Monsù Ferrua, Galup dal 2016 collabora con l’artista Max Ferrigno a una edizione speciale di panettoni, la “Linea Pop Art by Max Ferrigno”: immagini di personaggi femminili ispirati al mondo dei manga e degli anime animano i packaging di dolci natalizi tradizionali e speciali (come il panettone amarena e cioccolato), concepiti come manifesti da collezionare, incorniciare o appendere direttamente alle pareti proprio come un poster. Ogni manifesto è la riproduzione dei dipinti realizzati da Ferrigno e commissionati da Galup, entrando così a fare parte della collezione dell’azienda.

www.galup.it

5. IL PANETTONE DI FORNO BRISA A BOLOGNA

Panettoni Forno Brisa

Panettone e grafica “made in Forno Brisa” per il celebre forno bolognese. Oltre ai gusti classici (Classico, Classico Milano, Classico remix per Back-Door Bottega, Gianduia con gianduia autoprodotto, Albicocche e Cioccolato con il cioccolato fondente autoprodotto, Caffè e Cioccolato Bianco con caffè tostato dal Forno Brisa e burro di cacao peruviano in permacultura) si aggiungono anche i gusti “remix” (Pandoro di Mercato del Pane, un remix inverso, sfornato dal forno abruzzese con le farine del Forno Brisa; Gusto Gigliola: limone, datteri, sesamo; Gusto Tipografia Alimentare: mela cotogna, limone, cioccolato; Gusto Ditta Artigianale: Gin Peter in Florence), tutti contraddistinti da un packaging con scritte e colori a contrasto tipici dell’identità Brisa by Davide Sarti.

https://www.fornobrisa.it

6. IL PANETTONE DI CASA MANFREDI A ROMA

Panettone Casa Manfredi

Anche il laboratorio romano di pasticceria artigianale di Casa Manfredi opta, per il proprio panettone, per un “packaging” studiato in casa: per la grafica della scatola di latta contenente le differenti varianti di panettone (Classico, Cioccolato al quadrato, Albicocca del Vesuvio e cioccolato fondente, Marron glacé, e anche il pandoro) è infatti stato proposto un disegno – firmato – del piccolo Manfredi, cui è dedicato il nome della pasticceria. Il disegno rappresenta un simpatico pupazzo di neve sorridente che si ripete per tutta la scatola.

https://casamanfredi.it/

7. IL PANETTONE DI DAVIDE LONGONI E GIANLUCA CANNIZZO

Il panettone di Davide Longoni e Gianluca Cannizzo

Il maestro panificatore Davide Longoni – di cui abbiamo parlato spesso per i progetti artistici da lui sviluppati nei suoi campi di grano di Chiaravalle a Milano – realizza per questo Natale quattro tipologie di panettone – classico, con uvetta aromatizzata al Vermoon (Vermouth di Tenuta Lenzini), al cioccolato Chuao (di Marco Colzani) e al caffè – tutte contraddistinte dal packaging ideato dall’artista Gianluca Cannizzo. “Il panettone è di tutti – Milano è di tutti”, si legge sulla scatola, un evidente omaggio alla città lombarda e a uno dei suoi simboli più noti e amati, appunto il panettone.

www.davidelongoni.com

8. IL PANETTONE FORNASETTI REALIZZATO DA DAVIDE LONGONI

Il panettone Fornasetti realizzato da Davide Longoni

Il laboratorio di Davide Longoni realizza inoltre per Fornasetti, atelier di design fondato negli anni Quaranta nel capoluogo lombardo da Piero Fornasetti. Il packaging del dolce natalizio (caratterizzato dalla presenza dello zafferano e le albicocche candite) è un omaggio a Milano, con una decorazione che richiama le architetture Fornasetti e, sul coperchio della scatola, una mezzaluna dalla quale si scorge il ritratto di Lina Cavalieri, celebre musa – e icona – di Fornasetti.

www.fornasetti.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.