L’urlo dell’ironia. Design in mostra a Milano

Camp Design Gallery, Milano ‒ fino al 24 novembre 2017. Quattro designer e quattro avvicinamenti lirici alla rivisitazione di oggetti quotidiani. Per il secondo anno consecutivo la galleria milanese presenta una selezione di pezzi di design contemporaneo da collezione. Gli autori sono Matteo Pellegrino, Marcantonio Raimondi Malerba, Studio La Cube e Lukas Wegwerth.

Design Hurlant. Installation view at Camp Design Gallery, Milano 2017
Design Hurlant. Installation view at Camp Design Gallery, Milano 2017

Preposto alla parola Design, l’aggettivo hurlant echeggia la nota formula di Metal Hurlant, rivoluzionaria rivista che è rimasta nella storia dei comics e del cinema e che, dalla metà degli Anni Settanta, ha marcato un preciso immaginario. I suoi numeri si erano distinti fin da subito attraverso creazioni visionarie e assolutamente dirompenti per l’epoca. La rivista, pubblicata per un breve periodo anche in Italia nei primi Anni Ottanta, fu anche un punto di riferimento all’interno del movimento giovanile dell’epoca, incarnando un certo spirito di ribellione e di rottura con le tradizioni del periodo.
Contenendo, arbitrariamente, queste premesse, Design Hurlant alla Camp Design Gallery adagia su un pavimento azzurro-mare una decina di pezzi disegnati come racconti unici, come sfide all’ironia e come cambiamenti di stato della materia. Un’isola che, come un miraggio, trasforma cose in altre cose, tra la pianta-seduta di Marcantonio Raimondi Malerba, i vasi cristallizzati di Lukas Wegwerth e le delicate, statuarie esattezze di Studio La Cube.

Ginevra Bria

Evento correlato
Nome eventoDesign Hurlant
Vernissage26/09/2017
Duratadal 26/09/2017 al 24/11/2017
AutoriMarcantonio Raimondi Malerba , Matteo Pellegrino, Studio La Cube, Lukas Wegwerth
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoCAMP DESIGN GALLERY
IndirizzoVia Giovanni Segantini 71 20143 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.