È morta Maddalena de Padova, grande signora del design italiano. Compasso d’Oro alla Carriera nel 2004

Distributrice, produttrice e spalla per alcuni dei migliori designer del Bel Paese, è stata tra le figure che più hanno contribuito al rinnovamento del design e del gusto italiano nel secondo dopoguerra

Maddalena de Padova
Maddalena de Padova

Un altro triste giorno per il design italiano. A una settimana dalla scomparsa di Bruno Danese, un nuovo lutto segna una perdita sostanziale per la storia del progetto e del Made in Italy. Se ne è andata ieri all’età di 88 anni Maddalena Corti De Padova, “signora” per antonomasia del design milanese. Distributrice, produttrice e spalla irrinunciabile per alcuni dei migliori designer del Bel Paese, De Padova è stata tra le figure che più hanno contribuito al rinnovamento del design e del gusto italiano nel secondo dopoguerra. Giovanissima, fonda nel 1956 insieme al marito Fernando il celebre showroom in via Napoleone (poi trasferitosi nel grande spazio di Corso Venezia), dove sarà la prima a divulgare i mobili del design scandinavo: un inedito, nella concezione e nello stile, per l’Italia dell’epoca. Nel 1958 sarà invece la volta dell’apertura della I.C.F. De Padova, azienda che produrrà su licenza i mobili per l’ufficio di Herman Miller e che esporrà Maddalena De Padova agli incontri e alle filosofie dei più grandi sperimentatori della scena domestica d’oltre oceano, primi tra tutti gli Eames, George Nelson e Alexander Girard.

LA SVOLTA DEGLI ANNI ’70
Negli anni ’70, qualche anno dopo la prematura scomparsa del marito avvenuta nel 1967, la svolta: De Padova avvia la produzione di una sua linea di mobili da ufficio – la firmerà Vico Magistretti, che dell’azienda sarà sempre uno dei principali protégés – a cui seguirà la nascita di “Edizioni De Padova”, poi ribattizzata “De Padova”, foriera di un catalogo strepitoso sempre orientato al senso del rigore e dell’understatement. Dopo il 2000, la società si apre ai designer di nuova generazione, confermando ancora una volta il fiuto per la scoperta di talenti quali Denis Santachiara, Patricia Urquiola, Marco Zanuso jr, Xavier Lust, Nendo. Nel 2015, l’azienda viene acquisita dal marchio Boffi. Nel 2004 Maddalena De Padova è stata insignita del Compasso d’Oro alla Carriera.

Giulia Zappa

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Zappa
Laureata in comunicazione all’Università di Bologna con una tesi in semiotica su Droog Design, si specializza in multimedia content design e design management a Firenze e New York. Da oltre dieci anni lavora come design&communication strategist, occupandosi di progetti a cavallo tra comunicazione e prodotto. Ha insegnato Comunicazione Multimediale all’Accademia di Belle Arti di Roma. È consulente per programmi internazionali di design per lo sviluppo. Giornalista pubblicista, per Artribune è responsabile editoriale delle pagine dedicate al design.