L’unico museo al mondo dedicato a Ingres riapre nel sud della Francia dopo 3 anni di restauro

Ospitato nell’ex palazzo vescovile del XVII secolo di Montauban, il museo ampliato e modernizzato cambia anche nome e diventa Musée Ingres Bourdelle, in omaggio ai due artisti originari della città occitana

Musée Ingres courtesy Bach Nguyen Architecture
Musée Ingres courtesy Bach Nguyen Architecture

Situato in Occitania, nel cuore di una delle città più affascinanti del sud della Francia, a Montauban tra Tolosa e Bordeaux, il Museo Ingres riapre dopo tre anni di intensa ristrutturazione. E lo fa il prossimo 14 dicembre in uno spazio ampliato, modernizzato e anche ribattezzato in Musée Ingres Bourdelle, dal nome dello scultore francese Émile-Antoine Bourdelle (1861-1929), pupillo di Jean-Auguste-Dominique Ingres (1780-1867) e come lui originario di Montauban. “Questo è il progetto di un museo in evoluzione, in linea con lo spirito di un edificio storico di grande qualità architettonica”, dichiara lo studio di architettura parigino Bach Nguyen, dal gennaio 2017 al lavoro “per offrire migliori condizioni di conservazione, presentazione delle collezioni e accoglienza del pubblico”.

Musée Ingres courtesy Bach Nguyen Architecture (rendering)
Musée Ingres courtesy Bach Nguyen Architecture (rendering)

LA STORIA DEL MUSEO INGRES

Fondato all’inizio del XIX secolo e ospitato nell’ex palazzo vescovile del XVII secolo – uno dei simboli identitari della città occitana di Mountauban -, il nuovo Musée Ingres Bourdelle ospiterà oltre 4.500 disegni di Ingres che costituiscono uno dei più grandi tesori del museo e 44 suoi dipinti. Saranno inoltre esposti alcuni degli effetti personali dell’artista come il suo violino e vari documenti. Grazie a questa completa ristrutturazione, l’unico museo al mondo dedicato a Ingres che ospita un’eccezionale collezione di dipinti e disegni del maestro – la più grande dopo quella del Louvre -, ora si amplia fino a raggiungere 2700 mq, con nuove aree espositive, una migliore accessibilità, un sontuoso giardino d’inverno che ospita i disegni del celebre pittore, un intero piano dedicato, invece, all’opera scultorea di Bourdelle e aree per mostre temporanee.

-Claudia Giraud

Musée Ingres Bourdelle 19, rue de I’HôteldeVille-82000 Montauban-FRANCE
Tél : (+33) 5 63 22 12 91 -Mail: [email protected]
www.montauban-tourisme.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).