La controreplica di Luigi Prestinenza Puglisi a Vittorio Sgarbi su Palazzo dei Diamanti

Luigi Prestinenza Puglisi risponde a Vittorio Sgarbi. Continua la querelle su Palazzo dei Diamanti a Ferrara

Attuale situazione del retro di Palazzo dei Diamanti
Attuale situazione del retro di Palazzo dei Diamanti

Vittorio Sgarbi non è un architetto e non ha mai progettato un edificio. Per fortuna. Tuttavia, ci sono pochi personaggi che quanto lui hanno pesantemente inciso sulle recenti vicende architettoniche del nostro Paese. In negativo, certo. Ma in questa serie, lo si sarà già capito, non parliamo solo di esempi edificanti”. Così Luigi Prestinenza Puglisi scriveva sulle colonne del nostro giornale in questo articolo a proposito della lunga e ormai arcinota querelle circa l’ampliamento di Palazzo dei Diamanti a Ferrara. Prontamente rispondeva Sgarbi: “semplicemente persone autorevoli, o per competenza specifica, come Andrea e Vittorio Emiliani, Arturo Carlo Quintavalle, Eugenio Riccomini, Christophe e Sabine Frommel, Giuseppe Cristinelli, Mario Botta, Philippe Daverio, Mario Bellini,Luigi Malnati, Andrea Carandini, Elio Garzillo, Raniero Gnoli, Antonio Natali, Nicola Spinosa, Philippe Daverio. Nessuno ha firmato inconsapevolmente. Vi sono poi personalità importanti della cultura italiana e non solo, come Magris, Citati, Moni Ovadia, Tahar Ben Jelloun, Marc Fumaroli, Pupi Avati, che conoscono perfettamente Ferrara e Palazzo dei diamanti e che sono, per cultura e formazione, totalmente contrari all’ampliamento del più importante monumento del Rinascimento ferrarese come lo sarebbero di Castel del monte o di Palazzo Farnese. E certamente più autorevoli di Prestinenza Puglisi”. Ecco la controrisposta di quest’ultimo.

LA CONTROREPLICA DI LUIGI PRESTINENZA PUGLISI A SGARBI

Ecco di cosa si sta parlando. Forse queste foto dell’area in cui è previsto il progetto Labics possono aiutarci a capire quanto la polemica di Sgarbi sull’intangibilità del monumento appaia infondata: si tratta, come si vede, di una zona retrostante dell’edificio. Si nota chiaramente che l’intervento Labics, pensato proprio per questa area degradata, non compromette il Palazzo (dal quale il nuovo corpo è staccato) ma lo aiuta a funzionare evitando alla gente di dover uscire e rientrare attraverso un precario e brutto (questo sì, deturpante) camminamento esposto agli agenti atmosferici e malamente protetto dalla plastica. Emerge così quanto sia stato sbagliato, se non scorretto, paventare pericoli alla integrità e alla bellezza del monumento, che nessun progetto aveva mai minacciato, e bloccare all’ultimo minuto un processo condiviso culminato con un concorso pubblico di progettazione che ha comportato impegno di tempo e di denaro pubblico.

Luigi Prestinenza Puglisi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Luigi Prestinenza Puglisi
Luigi Prestinenza Puglisi (Catania 1956). Critico di architettura. Collabora abitualmente con Edilizia e territorio, The Plan, A10. E’ il direttore scientifico della rivista Compasses (www.compasses.ae) e della rivista on line presS/Tletter. E’ presidente dell’ Associazione Italiana di Architettura e Critica (www.architetturaecritica.it ). E’ il curatore della serie ItaliArchitettura (Utet Scienze Tecniche). Da non perdere la sua Storia dell’architettura del 1900 che appare a puntate sul sito www.presstletter.com . Tra i libri: Rem Koolhaas, trasparenze metropolitane, Testo&Immagine ,Torino 1997. HyperArchitettura, Testo&Immagine , Torino 1998 e Birkhäuser, Basilea 2008 ( HyperArchitecture). This is Tomorrow, avanguardie e architettura contemporanea, Testo&Immagine , Torino1999. Zaha Hadid, Edilstampa, Roma 2001. Silenziose Avanguardie, una storia dell’architettura: 1976-2001, Testo&Immagine , Torino 2001. Tre parole per il prossimo futuro, Meltemi, Roma 2002. Introduzione all’architettura, Meltemi, Roma2004. New Directions in Contemporary Architecture, Wiley, Londra 2008. Breve Corso di scrittura critica (Lettera 22, Siracusa 2012)