Marzocca Re-lab. A Senigallia un esempio di rigenerazione urbana per la costa adriatica

Da marzo a luglio 2022 workshop, residenze d’artista, conferenze, presentazioni, incontri animeranno la città adriatica. Fino al momento clou di Demanio Marittimo.km278, la lunga notte di eventi sulla spiaggia

Demanio Marittimo.KM 278 Marzocca di Senigallia 2016 1 630x420 (1)
Demanio Marittimo.KM 278 Marzocca di Senigallia 2016

Il Premio Creative Living Lab finanzia dal 2018 progetti che abbiano come scopo la riqualificazione di aree periferiche e dismesse d’Italia, attraverso progetti innovativi in ambito culturale e creativo. Tra i 43 progetti vincitori della terza edizione del Premio – promossa come sempre dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e finanziata complessivamente con oltre 2 milioni di euro – c’è Marzocca Re-Lab. Questo programma di workshop multidisciplinari metteranno, nell’arco di tre mesi da marzo a luglio 2022, la frazione di Marzocca (nelle Marche, in provincia di Ancona) al centro del dibattito sulla rigenerazione urbana con residenze d’artista e lezioni con figure professionali trasversali.

marzocca relab planimetria (1200x810) (1)
marzocca relab planimetria

MARZOCCA RE-LAB: UN’IDEA DI DEMANIO MARITTIMO.KM278

Il progetto nasce da un’idea dell’Associazione Demanio Marittimo.km278, che deve il nome all’omonimo evento al km 278 del litorale adriatico. L’associazione, sulla spiaggia demaniale che porta lo stesso nome, esalta dal 2011 l’identità balneare di Marzocca e la sua potenziale dimensione di hub culturale attraverso una lunga notte di appuntamenti, incontri e conversazioni tra architettura, arti, design, comunità, attualità e innovazione. L’edizione 2022 dell’evento concluderà, la prossima estate, il processo di studio incentivato dal Premio Creative Living Lab, diventando il momento clou di tutta la rassegna.

MARZOCCA COME LABORATORIO DI RIGENERAZIONE URBANA

Questo progetto”, spiega Pippo Ciorra, esperto di rigenerazione urbana che cura Demanio Marittimo.Km-278 insieme alla responsabile scientifica Cristiana Colli, “rappresenta per le istituzioni e i soggetti che concorrono a realizzarlo un banco di prova interessante per almeno tre ragioni. La prima è la collaborazione virtuosa tra istituzioni pubbliche (comune, università), associazioni e privati. La seconda è la messa in atto di una strategia di progetto urbano basata sulla consapevolezza della specificità della “città adriatica”. La terza, più “disciplinare”, è il mix virtuoso di ricerca (il lavoro universitario) a pratica applicata (gli eventi in programma), inteso come dispositivo essenziale per una ridefinizione del concetto stesso della rigenerazione urbana”.

Demanio Marittimo.KM 278 Marzocca di Senigallia 2013
Demanio Marittimo.KM 278 Marzocca di Senigallia 2013

IL PROGRAMMA DI MARZOCCA RE-LAB PER I TRE MESI DI APPUNTAMENTI

Il programma prevede per domenica 27 marzo un workshop con la fotografa Paola De Pietri dedicato alla sua ricerca visiva; un’appendice il 1 aprile con Moreno Cedroni, lo chef pluristellato che ha scelto Marzocca per il suo locale, tra i più iconici della scena internazionale; una seconda tranche il 22/23/24 aprile sempre al Centro Sociale Adriatico con gli artisti in residenza Alessio Ballerini e Oliviero Fiorenzi,  e con Massimiliano Patrignani e Monica Zaffini, i grafici fondatori di ma:design. Infine, un terzo workshop il 6/7/8 maggio vedrà protagonisti il biologo marino e narratore Fabio Fiori e il designer  Riccardo Diotallevi con un incontro dedicato all’iconografia balneare.

IL COMMENTO DELLA CURATRICE DI MARZOCCA RE-LAB CRISTIANA COLLI

Marzocca Re-lab unisce la centralità irriducibile del nome con lo statement del progetto” conclude Cristiana Colli. “Siamo sulla città adriatica in un luogo fortemente identitario, ma siamo anche di fronte a una particella paradigmatica di un’ampia questione territoriale, dilatata su più regioni e comunità, attraversata da problematiche e prospettive analoghe”.

– Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).