Massimo Osanna alla guida della Direzione Generale Musei del Mibact. Succede a Lampis

Il direttore del Parco Archeologico di Pompei succederà ad Antonio Lampis alla guida della Direzione Generale Musei del Mibact. Si insedierà a partire da settembre

Massimo Osanna
Massimo Osanna

Massimo Osanna è il nuovo Direttore Generale dei Musei dello Stato. Direttore del Parco Archeologico di Pompei dal 2016, Osanna prenderà il posto di Antonio Lampis, in carica alla Direzione Generale dei Musei fino al prossimo 28 agosto. Nominato dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, al termine “della procedura di interpello avviata a inizio giugno dal Mibact per il conferimento dell’incarico apicale della direzione generale del ministero che coordina le politiche di gestione, fruizione e comunicazione dei musei statali, garantisce lo sviluppo del sistema museale e un’offerta culturale accessibile e di qualità”, si legge in una nota del Ministero. Osanna prenderà servizio alla Direzione generale Musei del Mibact dal primo settembre 2020.

CHI È MASSIMO OSANNA

Nato a Venosa nel 1963, Massimo Osanna è professore ordinario di Archeologia alla Facoltà Federico II di Napoli. Dal 2014 al 2015 ha diretto la Soprintendenza Speciale di Pompei, mentre dal 2016 è direttore generale del Parco archeologico. “Massimo Osanna ha cambiato il volto di Pompei che, grazie al suo lavoro, è diventato un modello gestionale e un punto di riferimento internazionale”, ha commentato Franceschini. “Una storia di riscatto che ci rende orgogliosi. L’esperienza e la professionalità di Osanna serviranno adesso a rinnovare l’intero sistema museale nazionale e a traghettarlo nel futuro”.

Antonio Lampis
Antonio Lampis

L’EX DIRETTORE GENERALE DEI MUSEI ANTONIO LAMPIS

“Il mio mandato alla direzione generale musei finisce il 28 agosto. Per molte ragioni personali e professionali non ne ho chiesto il rinnovo. Ho appena appreso che il Ministro ha scelto al meglio. Sono molto contento”, scrive sul proprio profilo Facebook il direttore uscente Antonio Lampis, che in una nota del Ministero viene ringraziato da Franceschini per “l’impegno e la professionalità dimostrata in questi anni”. Nell’ambito del nostro format Instagram 10 alle 10, il direttore di Artribune Massimiliano Tonelli aveva intervistato Lampis, occasione in cui si è parlato del futuro dei musei italiani soprattutto nel post-lockdown.

IL FUTURO DEL PARCO DI POMPEI

Osanna terrà comunque l’interim del Parco di Pompei fino alla conclusione della selezione internazionale dei “superdirettori”. “Il nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei”, ha spiegato Franceschini, “verrà scelto con la procedura internazionale di selezione che dal 2014 ha consentito di scegliere i migliori, esclusivamente in base al curriculum, in Italia e nel mondo, per le direzioni dei più grandi musei e parchi archeologici italiani”.

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.