Creativamente Roero. Progetto di residenze d’artista tra borghi e castelli del Piemonte

Monticello d’Alba, Pocapaglia, Vezza d’Alba e Sommariva del Bosco sono i comuni piemontesi coinvolti in Creativamente Roero, progetto di valorizzazione delle terre Patrimonio Unesco. Al via la seconda edizione

Creativamente Roero, l'edizione del 2018
Creativamente Roero, l'edizione del 2018

Langhe, Roero e Monferrato sono dal 2014 Patrimonio Unesco: grandi distese collinari, antichi borghi, castelli arroccati e un susseguirsi di filari fanno di queste splendide terre vitivinicole del Piemonte uno delle zone più ricche d’Italia che ha anche i suoi lati oscuri. E, così, l’arte da qualche tempo ha gli occhi puntati su quei territori, dove si susseguono interventi di rigenerazione e recupero. Dopo il progetto di land art di Valerio Berruti al Castello di Monticello d’Alba, uno di questi luoghi – il Roero – torna nuovamente protagonista, questa volta di un ciclo di residenze d’artista ideato da una rete di associazioni del territorio, con capofila il Centro Culturale San Giuseppe ONLUS (Alba) e il partnernariato tra gli altri dell’Ente turismo Langhe Monferrato Roero, Turismo in Langa. Stiamo parlando di Creativamente Roero – Residenze d’Artista tra Borghi e Castelli, un progetto che nasce con l’obiettivo di costruire una rete dedicata alla valorizzazione dei Borghi storici del Roero, coinvolgendo artisti nazionali e internazionali per creare un museo diffuso.

LA SECONDA EDIZIONE DI CREATIVAMENTE ROERO

Il programma viene rinnovato ogni anno: i nuovi comuni coinvolti sono Monticello d’Alba, Pocapaglia, Vezza d’Alba e Sommariva del Bosco e il filo conduttore di questa seconda edizione sarà il bosco e il rapporto con la natura. “È compito dell’uomo custodire la natura di cui esso stesso è parte integrante”, dichiara Patrizia Rossello, direttore Artistico di Creativamente Roero. “L’artista, con la sua sensibilità e la sua responsabilità, può avere un ruolo importante in tutto ciò. Desideriamo intraprendere un progetto di ricerca che valorizzi la capacità di avere cura dei luoghi e che lasci nel bosco tracce contemporanee in grado di dialogare nel tempo con la sua anima attraverso un innovativo processo osmotico. Interventi realizzati in modo armonico come solo l’arte sa trasmettere: nuove radici impiantate ben salde nella terra per rafforzare e valorizzare l’ambiente circostante in un percorso di camminamenti ricchi di forme di rilettura sapientemente rese in segni unici e indelebili”.

GLI ARTISTI RESIDENTI DELLA SECONDA EDIZIONE DI CREATIVAMENTE ROERO

Le residenze in questi borghi ospiteranno quest’anno due artisti visivi, Sabrina Oppo, Johannes Pfeiffer, (rispettivamente a Monticello d’Alba e a Pocapaglia), uno scrittore, Gian Luca Favetto, (a Vezza d’Alba), un regista teatrale, Emiliano Bronzino, (a Sommariva del Bosco) e avranno una durata di circa 3-4 settimane divise in momenti diversi: una prima settimana di sopralluogo si è svolta dal 28 marzo all’1 aprile; dal 17 al 22 giugno parte, invece, la formazione dedicata ai giovani scrittori ospiti a Sommariva del Bosco; infine, a settembre, ciascun artista tornerà nel borgo per due-tre settimane per la realizzazione dell’opera. Al termine del periodo di soggiorno, verrà organizzato un evento finale di restituzione con la presentazione delle opere, in programma il 13 ottobre.

– Claudia Giraud

http://www.creativamenteroero.it/

Dati correlati
AutoreValerio Berruti
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).