Grandi aste. Sotheby’s svela la seconda parte della collezione Macklowe

È prevista per il prossimo maggio la vendita a New York della seconda parte della collezione Macklowe con capolavori che abbracciano le avanguardie del ‘900, dopo un tour mondiale

Andy Warhol, Self Portrait (1986). Courtesy of Sotheby's
Andy Warhol, Self Portrait (1986). Courtesy of Sotheby's

Lo scorso anno Sotheby’s ha messo a segno la più proficua sessione d’asta della sua storia per una singola collezione, grazie alla vendita della prima parte della Macklowe Collection, una delle più prestigiose collezioni private di arte contemporanea presente sul suolo degli Stati Uniti. Il risultato sbalorditivo, che ha superato i 676 milioni di dollari, è ormai storia, visti anche i capolavori passati sotto il martello. Come una vera e propria rockstar, la seconda parte della collezione Macklowe sarà protagonista di un tourmondiale che farà tappa a Londra, Palm Beach, Taipei, Shanghai e Hong Kong, per poi approdare a New York sede dell’asta conclusiva e per la quale ci si aspetta un altro risultato da ricordare.

Gerhard Richter, Seascape (1975). Courtesy of Sotheby's
Gerhard Richter, Seascape (1975). Courtesy of Sotheby’s

LA SECONDA PARTE DELLA COLLEZIONE MACKLOWE ALL’ASTA

Adesso è arrivato il momento di svelare al grande pubblico la seconda parte della collezione, un tesoro che non finisce di stupire tanto è ricco il suo contenuto. La sessione rivolta alla vendita di quest’altra porzione, composta da 30 opere di altissimo profilo, si terrà nel mese di maggio 2022. “L’asta di novembre con le prime 35 opere della Macklowe Collection ha affascinato i migliori collezionisti del mondo, stabilendo nuovi record; siamo molto entusiasti di presentare altre 30 opere di questa collezione leggendaria a maggio, in quella che sarà sicuramente una vendita molto attesa” afferma L’Ad di Sotheby’s Charles F. Stewart.

Alberto Giacometti, Diego sur stèle II (1958). Courtesy of Sotheby's
Alberto Giacometti, Diego sur stèle II (1958). Courtesy of Sotheby’s

I TOP LOT DELL’ASTA DI SOTHEBY’S PREVISTA A MAGGIO A NEW YORK

Tra i capolavori in catalogo, spicca una importante tela di Mark Rothko datata 1960, anno cruciale nella crescita dell’artista. Untitled fa parte delle 19 opere dipinte da Rothko in quell’anno e non è mai stato esposto al pubblico fino ad ora, dato che giustifica ampiamente la sua stima che oscilla tra i $ 35.000.000 e i $ 50.000.000. Degna di nota anche Seascape di Gerhard Richter, un raro paesaggio marino realizzato nel 1975, ben prima dei noti Abstraktes Bild, e che richiama i grandi del passato come John Constable e i suoi straordinari lavori sul movimento multiforme delle nuvole. La stima preasta è di $ 25.000.000 – 35.000.000. La Pop Art è presente con uno dei suoi massimi esponenti: Andy Warhol. Il Self Portrait, realizzato nel 1986, ovvero un anno prima della sua morte, rappresenta uno dei manifesti per antonomasia dell’artista. In questo caso la stima va da $ 15.000.000 a $ 20.000.000. Sul fronte scultura, dopo il successo di Le Nez, aggiudicato per $ 78.396.000 nel novembre 2021, Alberto Giacometti torna con Diego sur stèle II, lavoro del 1958 stimato 7- 10 milioni di dollari in cui l’artista ha scolpito suo fratello Diego.

– Antonio Mirabelli

https://www.artribune.com/professioni-e-professionisti/mercato/2021/11/la-ricchissima-asta-della-macklowe-collection-da-sothebys-a-new-york/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mirabelli
Antonio Mirabelli si è laureato in giurisprudenza presso la Luiss Guido Carli di Roma e nello stesso ateneo ha frequentato la Scuola di Specializzazione per un biennio. Avvocato e appassionato di arte, matura esperienza nel campo del Wealth management come consulente nella pianificazione patrimoniale e curando la gestione di prestigiose collezioni private. A Milano frequenta il Master in Arts Management presso l’Università Cattolica di Milano, dove affina le doti manageriali. Elabora progetti per l’implementazione dell’offerta culturale di soggetti pubblici e privati, si occupa di CSR (Corporate Social Responsibility) e lavora come Art Advisor.