Giovani artisti e parte della collezione Enea Righi sono andati in asta da Phillips

La 20th Century & Contemporary Art Evening Sale di Phillips fatica nel raggiungere risultati ragguardevoli, ci riesce con alcuni lotti, soprattutto di giovani artisti. E c’è in asta anche parte di una grande collezione italiana. Il report

Jean Dubuffet, La féconde journée (1976) Courtesy of Phillips
Jean Dubuffet, La féconde journée (1976) Courtesy of Phillips

Nel calendario delle aste di primavera, dedicate all’arte contemporanea, il 15 e 16 aprile 2021 l’appuntamento è con Phillips. Il catalogo proposto spazia dalle nuove generazioni ai capisaldi del Novecento e nonostante nomi del calibro di Rothko e Warhol, le sorprese più eclatanti le riservano i giovani artisti.

Alighiero Boetti, Senza Titolo (1977 per 1978) (1977) Courtesy of Phillips
Alighiero Boetti, Senza Titolo (1977 per 1978) (1977) Courtesy of Phillips

ASTA PHILLIPS. I TOP LOT

Tra le opere di spicco della sessione figura la monumentale La féconde journée (1976), opera di Jean Dubuffet, appartenente alla famosa serie di dipinti Théâtres de mémoire, realizzata nella metà degli anni Settanta. L’opera, esposta nel 2001 al Centre Pompidou di Parigi in occasione della retrospettiva dei cento anni dalla nascita di Dubuffet, partendo da una base d’asta di £ 1.500.000, passa di mano, senza troppe difficoltà, per £ 4.378.500, quasi il triplo della stima bassa. Altra punta di diamante è Untitled (Black Blue Painting) (1968) di Mark Rothko, anche se non riesce a splendere, infatti raggiunge una cifra poco sopra la stima bassa pari a £ 2.866.000, così come non brilla la One Grey / Black Marilyn (Reversal Series) II-50-160 (1979-1986) di Andy Warhol che trova un nuovo proprietario per £ 733.650. La scultura di Alberto Giacometti Nu debout II (1953) accende una contesa telefonica tra Londra e New York che trascina l’opera da una stima bassa di £ 800.000 a £ 1.813.300, mentre Scramble: Ascending Spectrum / Ascending Green Values (1977) di Frank Stella, mantiene la base d’asta e passa di mano per £ 2.866.000.

Lina Iris, Viktor Constellations III (2016) Courtesy of Phillips.
Lina Iris, Viktor Constellations III (2016) Courtesy of Phillips.

LE NUOVE LEVE

A sorprendere sono i risultati raggiunti dai giovani artisti presenti in catalogo, soprattutto quelli di origine africana. Constellations III (2016) dell’artista Lina Iris Viktor, originaria della Liberia, vola oltre il quadruplo della base d’asta e trova un nuovo proprietario per £ 195.300. La giovanissima British-Nigerian Joy Labinjo, conquista l’attenzione dei bidders, confermando l’interesse già mostrato dal mercato per la sua pittura in occasione della 20th Century Sale di Christie’s dello scorso 23 marzo. La sua Untitled (2018) viene aggiudicata per £ 69.300, più del triplo della stima bassa, lo stesso vale per Toyin Ojih Odutola, presente con l’opera LTS IV (2014) che passa di mano per £ 378.000. L’artista americana Avery Singer, nota per coniugare immagini digitali ed analogiche all’uso della pittura, raggiunge un ottimo risultato con l’opera Untitled (2016) che viene aggiudicata per £ 466.200.

Etel Adnan, California #19 (2013) Courtesy of Phillips
Etel Adnan, California #19 (2013) Courtesy of Phillips

OUT OF THE BLUE: L’ASTA SULLA COLLEZIONE ENEA RIGHI

La parte diurna della 20th Century & Contemporary Art Sale inizia il 16 aprile con Out of the Blue, un’asta rivolta alla vendita di 26 opere provenienti dalla collezione privata dell’imprenditore bolognese Enea Righi. In catalogo pregiati lavori storicizzati di Alighiero Boetti, ma anche opere di Tom Sachs, Glenn Ligon e Mimmo Rotella, per citarne alcuni. Le cinque opere di Alighiero Boetti suscitano un animato interesse e vengono aggiudicate con successo. In particolare, faccine (1977), al centro di una lunga serie di rilanci, spazza via la stima bassa di £ 15.000 e trova un nuovo proprietario per £ 102.060. Le due opere dell’artista di origine libanese Etel Adnan passano di mano, superando di gran lunga la base d’asta. California #17(2013) arriva ad £ 88.200 e fa ancora meglio California #19 (2013) salendo a £ 103.320. Anche 119 Composition no. 11: 1929 Composition with Blue and Red (1996) di Tom Sachs, a colpi di bid, lascia indietro la stima bassa e viene aggiudicata per £ 95.760. In una intervista rilasciata a Phillips, Enea Righi afferma che lo scopo della vendita di queste opere è quello di investire il ricavato in nuove acquisizioni, al fine fornire alla già nutrita collezione un tocco più contemporaneo.

– Antonio Mirabelli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mirabelli
Antonio Mirabelli si è laureato in giurisprudenza presso la Luiss Guido Carli di Roma e nello stesso ateneo ha frequentato la Scuola di Specializzazione per un biennio. Avvocato e appassionato di arte, matura esperienza nel campo del Wealth management come consulente nella pianificazione patrimoniale e curando la gestione di prestigiose collezioni private. A Milano frequenta il Master in Arts Management presso l’Università Cattolica di Milano, dove affina le doti manageriali. Elabora progetti per l’implementazione dell’offerta culturale di soggetti pubblici e privati, si occupa di CSR (Corporate Social Responsibility) e lavora come Art Advisor.