Sotheby’s mette all’asta a Ginevra i gioielli della Regina Maria Antonietta. Le immagini

Una collezione stellare di gioielli reali andrà all’asta da Sotheby’s a Ginevra il prossimo 12 novembre. Tra i tanti preziosi spiccano alcuni monili appartenuti a Maria Antonietta, Regina di Francia, giudicati di valore inestimabile…

I gioielli della Regina Maria Antonietta in asta da Sotheby's
I gioielli della Regina Maria Antonietta in asta da Sotheby's

Negli ultimi anni la competizione tra le due maggiori case d’asta, Christie’s e Sotheby’s, è sempre più serrata. I due colossi inglesi delle aste mondiali si contendono da tempo il primato con vendite sempre più stupefacenti che raggiungono cifre stratosferiche. Una competizione che si gioca (anche) sul piano mediatico, quantificata dalla capacità di attrarre non solo acquirenti e addetti ai lavori, ma anche tanti curiosi. E così le aste, sempre più spesso, travalicano il confine della stampa specializzata interessando anche il pubblico generalista. Questo avviene o a causa di vendite strabilianti, come nel caso del Salvator Mundi battuto all’asta da Christie’s a New York per la cifra incredibile di 450 milioni di dollari, o per la singolarità e l’esclusività degli oggetti in vendita. E sicuramente esclusiva è l’asta che si svolgerà da Sotheby’s a Ginevra il prossimo 12 novembre, dedicata ai gioielli reali.

L’ASTA

Si intitola Royal Jewels from the Bourbon Parma Familyl’asta di Sotheby’s che si svolgerà in Svizzera a novembre e propone una tra le più importanti collezioni reali mai proposta all’incanto. La vendita attraverserà secoli di storia europea, dal regno di Luigi XVI fino alla caduta dell’Impero austro-ungarico, raccontando il prestigio, la ricchezza e la magnificenza di una tra le più importanti dinastie reali d’Europa: i Borboni di Parma. Tanti i gioielli che andranno all’asta, tra cui spiccano alcuni monili appartenuti a Maria Antonietta – Regina di Francia, figlia di Maria Teresa Imperatrice del Sacro Romano Impero e moglie di Luigi XVI – che non sono mai stati mostrati in pubblico negli ultimi 200 anni.

UN’ASTA ECCEZIONALE

Anche se mancano ancora alcuni mesi all’asta, Sotheby’s ha già stuzzicato la curiosità di collezionisti e semplici appassionati. Del resto, la figura di Maria Antonietta, la regina frivola dedita agli agi e agli eccessi, è sinonimo da sempre del lusso più sfrenato.  “Questa è forse la più importante collezione reale mai apparsa sul mercato”, sottolinea Daniela Mascetti, Vicepresidente di Sotheby’s Jewellery Europe and Senior International Specialist. “Mai presentato in pubblico, questo straordinario gruppo di gioielli offre un avvincente spaccato della vita dei suoi proprietari e della loro storia negli ultimi duecento anni. Ciò che colpisce maggiormente è la bellezza intrinseca dei pezzi stessi: la preziosità delle gemme e l’eccezionale maestria di manifattura, li rendono straordinari a tutti gli effetti”. Come avviene per tutte le vendite più importanti, i gioielli saranno esposti al pubblico in autunno, poco prima dell’asta, a Londra, New York, Hong Kong e Ginevra.

– Mariacristina Ferraioli

Ginevra // 12 novembre 2018
Royal Jewels from the Bourbon Parma Family
Sotheby’s
Rue François-Diday 2

http://www.sothebys.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.

1 COMMENT

Comments are closed.