Arte Fiera a Bologna si terrà dal 13 al 15 maggio 2022 insieme ad Art City

Avrebbe dovuto tenersi dal 21 al 23 gennaio la 45esima edizione di Arte Fiera, rinviata a causa della quarta ondata da Omicron. Adesso la fiera ha annunciato le nuove date: la rassegna si terrà dal 13 al 15 maggio, insieme al programma di Art City

Arte Fiera 2020
Arte Fiera 2020

Si terrà dal 13 al 15 maggio la 45esima edizione di Arte Fiera, dopo il rinvio annunciato lo scorso 4 gennaio a causa dell’incremento dei contagi da variante Omicron. La fiera d’arte moderna e contemporanea di Bologna diretta da Simone Menegoi avrebbe dovuto tenersi infatti dal 21 al 23 gennaio, ma “la rapida diffusione della più recente variante pandemica in Italia sta determinando una situazione di generale preoccupazione e incertezza in ambito fieristico”, come specificava in una nota stampa BolognaFiere. Tutto rinviato a primavera quindi – scelta, questa, adottata tra l’altro anche dal Salone del Mobile di Milano, che da aprile slitterà a giugno –, auspicando in un cambiamento in positivo dell’attuale scenario pandemico. Anche Art City – il programma di eventi che anima la città di Bologna durante l’art week – si terrà nelle stesse date di Arte Fiera; già lo scorso anno la rassegna si tenne a maggio, ottenendo un positivo riscontro da parte del pubblico: “la collocazione di Arte Fiera a metà di maggio è stata scelta perché si inserisce senza sovrapposizioni nel calendario delle maggiori fiere d’arte nazionali e internazionali”, dichiara Simone Menegoi. “Ricordando anche il positivo riscontro di Art City a maggio, l’anno passato, confidiamo che sarà gradita a tutti”. Si terrà in queste stesse date, per la precisione dal 12 al 15 maggio, anche BOOMing – Contemporary Art Show, che avrebbe dovuto tenersi dal 20 al 23 gennaio e di cui in questi giorni è in corso la versione digitale.

ARTE FIERA E ART CITY 2022 SI TERRANNO A MAGGIO

“Art City e Arte Fiera insieme per una grande festa dell’arte che valorizza e trasforma Bologna dai padiglioni della Fiera ai luoghi diffusi in città in una grande mappa dell’arte tutta da scoprire”, spiega Elena Di Gioia, delegata alla cultura del Comune di Bologna. “Art City e Arte Fiera condividono fin dal 2013 una strategia unitaria per la valorizzazione del patrimonio artistico della città grazie a una strategia di rete integrata che coinvolge nei giorni di Arte Fiera sedi espositive pubbliche e private, gallerie, palazzi storici e spazi pubblici in una fruizione dei luoghi che si diffonderà nella città. Questa condivisione”, continua Di Gioia, “interrotta lo scorso anno dalle conseguenze della pandemia, riprende in questa edizione nel mese di maggio, in una nuova modalità di fruizione dei luoghi e all’aperto, e offrirà sia ai visitatori di Arte Fiera sia ai cittadini e alle cittadine dell’area metropolitana un programma culturale particolarmente ricco e stimolante per celebrare la gioia di stare di nuovo insieme con l’arte e la cultura al centro delle nostre comunità”.

– Desirée Maida

www.artefiera.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.