Variante Omicron e grandi eventi. Rinviate Arte Fiera e la cerimonia di Procida Capitale

L’impennata dei contagi registrata nelle ultime settimane ha costretto al rinvio due fiere dell’arte week bolognese, Arte Fiera e BOOMing, a data da destinarsi. Rinviata anche la cerimonia di inaugurazione di Procida Capitale Italiana della Cultura

“La rapida diffusione della più recente variante pandemica in Italia sta determinando una situazione di generale preoccupazione e incertezza in ambito fieristico”, si legge in una nota stampa diramata da Arte Fiera. “A fronte di questo scenario, BolognaFiere, dopo un ampio confronto con le gallerie, annuncia che la quarantacinquesima edizione di Arte Fiera non avrà luogo nelle date previste del 21-23 gennaio, ma verrà posticipata. Le nuove date della manifestazione saranno annunciate appena possibile, e comunque in tempi brevi”. Con questa nota Arte Fiera comunica una decisione che era già nell’aria: il rinvio della prossima edizione, che avrebbe dovuto tenersi a Bologna dal 21 al 23 gennaio 2022. Come già accaduto in altri paesi europei e negli Stati Uniti, anche in Italia la variante Omicron sta condizionando fortemente vita sociale ed economia del Paese, con un notevole impatto sul mondo della cultura. Oltre ad Arte Fiera, è stata rinviata anche un’altra fiera della Bologna Art Week, BOOMing – Contemporary Art Show; rinviate a data da destinarsi anche Bergamo Arte Fiera (BAF) e Italian Fine Art (IFA) Bergamo Antiquaria, che avrebbero dovuto tenersi rispettivamente dal 14 al 16 gennaio e dal 14 al 23 gennaio. Slitta al 22 gennaio (avrebbe dovuto tenersi il 14) anche la cerimonia di inaugurazione di Procida Capitale Italiana della Cultura. Insomma, forse la variante che dilaga rappresenterà anche la fine della pandemia come molti scommettono, ma per il momento crea qualche scompiglio. Lo scenario attuale non è dei più rosei, alla luce tra l’altro del nuovo decreto atteso proprio nelle prossime ore.

Arte Fiera 2020
Arte Fiera 2020

RINVIATA ARTE FIERA 2022

Quella presa dagli organizzatori di Arte Fiera è stata una scelta “non facile”, come sottolineato da Antonio Bruzzone, Direttore Generale di BolognaFiere. “È stata presa in primo luogo per riguardo ai galleristi, che si attendono una manifestazione all’altezza della sua tradizione e del suo standard in termini di partecipazione del pubblico e degli operatori. Siamo certi che riusciremo a trovare nel nostro calendario fieristico una collocazione che permetta ad Arte Fiera 2022 di svolgersi con i migliori risultati per galleristi e collezionisti”.

Booming Ph. Stefano Bertolucci
Booming Ph. Stefano Bertolucci

ART WEEK BOLOGNA. RINVIATA AD APRILE LA FIERA BOOMING

Restando a Bologna, avrebbe dovuto tenersi dal 20 al 23 gennaio presso l’ex scalo ferroviario DumBO, in concomitanza con ArteFiera, la seconda edizione di BOOMing – Contemporary Art Show, fiera fondata e diretta da Simona Gavioli (ex co-fondatrice e direttrice di SetUp) che in queste ore ha annunciato il rinvio della rassegna in presenza a primavera. Nelle date di gennaio, invece, si terrà un’edizione digitale della fiera, per la precisione in Digital Twin: gli spazi espositivi saranno fedelmente riprodotti in realtà virtuale grazie a Lieu.City, piattaforma social per eventi art related. Da quali considerazioni è arrivata la scelta di rinviare la fiera? “Purtroppo la situazione sanitaria è ancora in stato di emergenza, andavano prese decisioni in velocità”, risponde ad Artribune Simona Gavioli. “Tra l’altro il decreto ‘Festività’ non reca indicazioni precise sulle fiere, non esiste una postilla specifica, e questo è preoccupante. Tra qualche giorno ci sarà un nuovo decreto, intanto però dovevamo mettere al riparo la salute ma anche l’economia dei galleristi, è una questione di rispetto nei loro confronti”. A queste considerazioni si aggiungono inoltre alcune problematiche di ordine pratico: “non avremmo potuto allestire un’area ristoro all’interno della fiera, cosa impensabile per chi lavora in fiera e per i visitatori”.

Procida - foto Facebook Procida 2022 - Capitale Italiana della Cultura
Procida – foto Facebook Procida 2022 – Capitale Italiana della Cultura

VARIANTE OMICRON. SLITTA LA CERIMONIA DI PROCIDA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

Il rinvio della cerimonia – che avrebbe dovuto svolgersi il prossimo 14 gennaio – risponde al punto presente nel “Decreto Festività” che prevede il divieto di eventi all’aperto che implichino assembramenti. La cerimonia, per il momento, è stata posticipata al 22 gennaio, in attesa di capire eventuali nuove indicazioni governative e soprattutto se la curva di contagi finalmente scenderà.  “Il nostro obiettivo è organizzare una cerimonia di apertura che coinvolga tutta la comunità, in particolare giovani, ragazzi e bambini”, ha dichiarato il sindaco di Procida Dino Ambrosino. “Potremo lavorare serenamente solo dopo la conferma che la variante al momento più diffusa sia meno pericolosa. Nel frattempo auspico che le famiglie colgano l’opportunità del vaccino per i più piccoli”. Quella di rinviare la cerimonia è, secondo il Direttore di Procida 2022 Agostino Riitano, una scelta “giusta e rispettosa. Il programma culturale nonostante il rinvio della cerimonia inaugurale non subirà modifiche. La grande macchina dei preparativi attivata da mesi non si ferma, anzi useremo al meglio le prossime settimane”. Insomma, tutto parte ma per le celebrazioni si attendono tempi migliori.

– Desirée Maida

www.boomcontemporaryart.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.