Annullata l’edizione svizzera, Art Basel lancia le Online Viewing Rooms

L’edizione nella natia Basilea avrebbe dovuto tenersi a settembre dopo il rinvio, ma la pandemia ha costretto la fiera a cancellare totalmente l’appuntamento di quest’anno e a lanciare – come già fatto per Art Basel Hong Kong – le sale online

Art Basel
Art Basel

Annullata a causa dell’incerta situazione sanitaria che sta colpendo l’intero pianeta, Art Basel 2020 avrebbe dovuto tenersi il prossimo settembre nella natia Basilea. Nulla da fare quindi per la fiera più importante al mondo che però, come dichiarato lo scorso giugno, è fiduciosa sulla possibilità di aprire a dicembre l’edizione di Miami Beach. Intanto però, per ovviare allo stop causato dalla pandemia, Art Basel inaugurerà comunque la fiera, seppur virtualmente, attraverso le Online Viewing Rooms.

ART BASEL 2020: LE ONLINE VIEWING ROOMS 

Le Online Viewing Rooms saranno fruibili dal 23 al 26 settembre e dal 28 al 31 ottobre. La prima, OVR: 2020, sarà dedicata alle opere realizzate quest’anno; la seconda, OVR: 20c, presenterà opere realizzate nel XX secolo. Le gallerie partecipanti alle Online Viewing Rooms saranno circa un centinaio, con mostre curate che presenteranno sei opere contemporaneamente. Potranno presentare domanda di partecipazione alle due sezioni virtuali di Art Basel le gallerie che hanno fatto parte dal 2018 in poi ad almeno una delle edizioni della fiera. Le candidature saranno esaminate da comitati di selezioni composti da importanti galleristi internazionali: Sadie Coles, Massimo De Carlo, Mills Morán, Prateek Raja, Lisa Spellman e Jasmin Tsou selezioneranno le gallerie partecipanti alla sezione OVR: 2020; Emi Eu, David Fleiss, Thiago Gomide, Steven Henry, Lucy Mitchell-Innes e Mary Sabbatino invece i partecipanti alla sezione OVR: 20c.

ART BASEL E IL MERCATO DURANTE LA PANDEMIA

“Anche se il mercato dell’arte deve ancora affrontare tempi difficili, riteniamo che sia fondamentale per noi continuare a esplorare diversi modi di supportare le gallerie e coinvolgere il nostro pubblico”, spiega Marc Spiegler, Global Director, Art Basel. “Le edizioni mirate di settembre e ottobre delle Online Viewing Rooms offrono alle nostre gallerie nuove opportunità in questo momento in evoluzione”.L’esperienza delle Online Viewing Rooms si ripeterà anche a dicembre, a prescindere dalla fattibilità della fiera in programma a Miami Beach. 

– Desirée Maida

www.artbasel.com/ovr

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.