RO.ME – Museum Exhibition: i temi e il programma della seconda edizione

È la fiera del settore artistico più qualificata di Italia. RO.ME – Museum Exhibition porta nella capitale un evento rivolto agli esperti del settore, tra direttori di musei, aziende e anche ministri. Ecco gli appuntamenti da non mancare.

RO.ME - Museum Exhibition, la fiera sui musei di Roma
RO.ME - Museum Exhibition, la fiera sui musei di Roma

In attesa dell’apertura di una probabile fiera dedicata all’arte, di cui vi avevamo parlato nei giorni scorsi,  Roma si prepara a una tre giorni di confronto sui temi più caldi dell’ambito museale rivolto esclusivamente ai professionisti del settore. Torna la seconda edizione di RO.ME – Museum Exhibition:un’occasione per fare network, condividere idee e visioni sulla direzione di spazi e attività culturali, con la possibilità di confrontarsi anche con le esperienze delle realtà estere. Vediamo gli highlights della fiera.

RO.ME – MUSEUM EXHIBITION: I TEMI

Numerosi sono gli argomenti trattati nel fitto programma di talk e incontri: come sviluppare il bacino di utenza e di pubblico, digitalizzazione, area didattica, sostenibilità, patrimonio UNESCO, innovazione legata all’arte e alla cultura e nuove professionalità, per citarne alcune. Un intero percorso viene invece dedicato ai musei e agli archivi aziendali, e alle nuove forme di collaborazione tra queste due realtà; una particolare attenzione anche per le nuove frontiere di brand heritage, merchandising & retailing legati al patrimonio culturale. A portare la propria esperienza sulla gestione dell’attività museale sono quest’anno Regno Unito e Germania, con gli incontri Strengthening UK-Italy cultural relations: opportunities in 2020 and beyond, in collaborazione col British Council, e Scena culturale tedesca: passato e presente, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania.

RO.ME – MUSEUM EXHIBITION: GLI APPUNTAMENTI

Tra i momenti più importanti della fiera, si ricorda il Convegno di inaugurazione del 27 novembre, realizzato in collaborazione col Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo. Si aprirà con un’intervista al Ministro Dario Franceschini a cui seguirà una serie di interventi a tema Il racconto museale e l’uso del digitale. La programmazione si articola in oltre cinquanta tra panel e workshop con più di centocinquanta speaker nazionali e internazionali e sette eventi speciali in programma nelle tre giornate della manifestazione: insight specialistici, incontri professionali tra aziende e sessioni formative nella Learning room a disposizione all’interno della fiera (QUI il programma completo). Novità di quest’anno è la Traveling Exhibition Meeting &Marketplace, evento internazionale incentrato sul tema delle mostre itineranti: a uno speech sul mercato internazionale rivolto a questo settore, seguirà una tavola rotonda a cui parteciperanno il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, e alcuni grandi player internazionali, come il China Museums Association Exhibition Exchange, Victoria & Albert Museum e lo Smithsonian Institution Traveling Exhibition Service. Saranno mostrati progetti itineranti già svolti o in cantiere per il futuro.

-Giulia Ronchi

RO.ME – Museum Exhibition
Dal 27 al 29 novembre 2019
Fiera di Roma
Via Portuense, 1645
00148 Roma

https://romemuseumexhibition.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.